Zingaretti a Sky TG24: “L’odio cattura consenso ma non crea lavoro”


“La cultura dell’odio cattura un consenso istintivo ma l’odio non crea lavoro, non crea benessere, non crea nulla”. Lo ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti, intervenuto a “L’intervista” di Maria Latella su Sky TG24. E poi, aggiunge Zingaretti, occorre “rilanciare l’unico progetto che può salvare questo Paese: l’Europa della crescita”. E sulle tensioni nel governo, Zingaretti aggiunge: “Di Maio e Salvini litigano su tutto, ammettono di non essere d’accordo su nulla ma allo stesso tempo dicono di voler governare altri 4 anni”. Sulla situazione del Partito democratico in vista delle elezioni Europee, il segretario afferma: “Ci davano al 15-16%, ora ci danno al 22-23%. La crescita del Pd nei sondaggi è un bel segnale”. 

“Il decreto sicurezza bis è l’ultima pagliacciata Lega-M5s”

Zingaretti attacca poi il governo sul decreto sicurezza bis, che definisce “l’ultima pagliacciata di una lite fra 5 Stelle e Lega, per farsi i dispetti”. Di Maio ha definito infatti il decreto bis “un’ennesima iniziativa per coprire il caso Siri”. Per il segretario dei dem “sicurezza è combattere la mafia – ha spiegato- non far pagare le multe alle ong, c’è un imbroglio nei nomi. Assumano più personale nelle forze dell’ordine, aprano commissariati nei quartieri difficili, si impegnino contro grande crimine, allora si chiama decreto sicurezza”.

“Se il governo cade no a governi tecnici”

E se dopo le Europee cadesse il governo? A questa domanda Zingaretti risponde: “Non credo ci siano spazi per governi tecnici. Io credo che sarebbe una ennesima perdita di tempo. Decidano gli italiani e chi ha sbagliato se ne assuma le responsabilità”.





Data ultima modifica 11 maggio 2019 ore 14:57


Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *