YouTube non invierà più uno strike alla prima violazione



YouTube ha deciso di rivedere il sistema con cui invia gli strike ai video, rendendolo per certi versi più chiaro e “permissivo”. Infatti, la prima violazione da parte di un canale non costerà più a quest’ultimo uno strike, ma solamente un avvertimento.

In particolare, stando anche a quanto riportato dai colleghi di Engadget e come scritto dalla stessa YouTube sul suo Creator Blog, il nuovo sistema verrà implementato a partire dal prossimo 25 febbraio. Alla prima violazione il canale viene ammonito e il video coinvolto viene reso non più accessibile o bloccato in altri modi a seconda dei casi. Se il Content Creator persiste, la seconda violazione gli costerà uno strike e un blocco del canale della durata di una settimana, che prevede l’impossibilità di caricare video e di sfruttare altre funzionalità. Lo strike scadrà dopo 90 giorni. Nel caso il canale infrangesse di nuovo le regole durante i 90 giorni di strike, il blocco del canale verrà portato a due settimane. Infine, la quarta violazione farà chiudere il canale. Oltre a questo, YouTube ha deciso di rendere più chiari i motivi per cui un canale riceve uno strike, informando il Content Creator su cosa ha sbagliato e su come può rimediare.

Aggiorneremo il modo in cui emettiamo gli avvertimenti relativi alle Norme della community per creare un nuovo sistema più semplice. Abbiamo collaborato con i creator per comprendere cosa funziona e cosa no e in base ai vostri feedback abbiamo rilevato che gli aspetti più importanti sono un’applicazione coerente, norme più chiare e una maggiore trasparenza riguardo all’impatto di un avvertimento. Pertanto, intendiamo fare in modo che tutti abbiano maggiori possibilità di comprendere le norme e ricevano sanzioni coerenti per ciascun avvertimento e notifiche migliori“, ha scritto YouTube nella descrizione del video che trovate qui sopra.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *