volano gli scooter con l’SH 300


L'Honda SH300

L’Honda SH300

Le immatricolazioni di veicoli motorizzati a due ruote ad aprile totalizzano 26.854 veicoli, pari a un +8,6% rispetto allo stesso mese del 2018. Crescita a due cifre per le moto con 12.645 pezzi pari al +14,6%; mentre il comparto scooter con 14.209 unit realizza un +3,8%. In ripresa significativa anche i “cinquantini”, che totalizzano 1.724 registrazioni, pari al +15,2%. Il mese di aprile sviluppa circa il 12% dei volumi annuali in Italia. “L’inizio della stagionalit del mercato in aprile conferma un dato positivo che dura ormai da 9 mesi consecutivi. In particolare i primi 4 mesi di quest’anno hanno visto un trend equilibrato sia per le moto che per gli scooter. Questo significa che l’offerta di due ruote in grado di soddisfare sia le esigenze di mobilit sostenibile nei nostri centri urbani, che la passione che anima le scelte dei modelli di moto. Siamo confidenti che nei prossimi mesi si possa consolidare il mercato per l’intero anno”, afferma Andrea Dell’Orto, Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

EFFETTO INCENTIVI
Nel primo quadrimestre del 2019 il totale del mercato italiano delle due ruote a motore (immatricolazioni di scooter e moto superiori a 50cc, pi registrazioni di “cinquantini”) arriva a 87.157 veicoli, con un incremento pari al +14,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Tale andamento deriva da un ottimo risultato delle immatricolazioni con 81.737 pezzi pari al +15,3 %, con, rispettivamente, le moto con 39.614 veicoli e un +15,5% e gli scooter con 42.123 veicoli pari al +15,2%. Appena sopra i volumi dell’anno scorso i “cinquantini” con 5.420 registrazioni e un +2,2%, grazie soprattutto ai veicoli elettrici che, con grazie all’avvio degli incentivi, hanno pi che raddoppiato i volumi totalizzando 871 pezzi.


GLI SCOOTER
L’analisi per cilindrata vede consolidarsi il segmento centrale degli scooter tra 300 e 500 cc come il pi importante, con 16.959 unit pari al +30,2%. A seguire troviamo gli scooter 125 cc con 14.634 veicoli pari al +13,6%. La categoria tra 150 e 250 cc arretra e con 6.843 pezzi segna un -2,4%; infine si registra una sostanziale stabilit per i maxiscooter oltre 500 cc, con 3.684 immatricolazioni e un +1%. I best seller si confermano Honda SH 300 (3.227 pezzi), Honda SH 125 (2.946) e Piaggio Beverly 300 (2.906), seguiti da Honda SH 150 (2.657) e Yamaha XMax 300 (1.814).

le moto
Nel comparto moto, accelerano i modelli tra 800 e 1000 cc con 11.383 unit e un +26,7%. In seconda posizione i veicoli superiori ai 1000 cc con 10.521 vendite e un +4%; al terzo posto si classificano le moto tra 300 -600 cc gli con 6.830 pezzi e un +20,9%. Seguono da vicino le moto tra 650 e 750 cc con 6.178 unit e un +14,1% rispetto al 2018. Le 125 cc proseguono nella crescita con 3.826 pezzi pari al +24,9%; infine sono piuttosto marginali i numeri delle 150-250 cc con 876 moto e un -17,8%. L’andamento dei segmenti moto evidenzia le enduro stradali con 14.652 unit e un +22,8%, seguono le naked anch’esse in crescita con 13.893 pezzi pari al +9,8%. A distanza le moto da turismo in con 5.476 immatricolazioni e un +22,7%. Stabili le custom con 2.083 vendite e un +0,5%; cos come anche le sportive con 1.900 moto sugli stessi livelli dell’anno scorso con un +0,4%; infine pi che positive le supermotard con 1.112 pezzi e un +38,1%. Il modello pi venduto la BMW R 1250 GS (1.957 pezzi), seguita da Honda Africa Twin (1.387), Yamaha Tracer 900 (1.351), Benelli TRK 502 (1.188) e BMW R 1250 GS Adventure (1.118). Chiudono la top ten Honda NC750X, Yamaha MT-07, Yamaha MT-09, Ducati Scrambler 800 e Kawasaki Z900.

 Alessandro Pastore 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *