Vertice di governo sui conti pubblici, incontro interlocutorio


Si è concluso dopo circa due ore e mezza il vertice del governo convocato a Palazzo Chigi dal premier Giuseppe Conte sui temi economici, e in particolare sui conti pubblici, al fine di evitare la procedura di infrazione da parte dell’Unione europea. Un incontro che è stato interlocutorio e non risolutivo. Matteo Salvini esprime comunque ottimismo: “È stata una riunione economica interessante e molto utile”, afferma. “Abbiamo cominciato un percorso su alcune voci: export, investimenti, edilizia, che è importante perché se riparte l’edilizia riparte il Paese. Ci sono troppe poche gru e se un Paese riparte si vede dalle gru”. Secondo fonti della Lega, è stata una riunione “positiva” nella quale sono stati “organizzati gruppi di lavoro” e ci si è dati appuntamento a “nuovi incontri con progetti e investimenti”. Mentre dal M5s fanno sapere che “il vertice è stato sereno e molto positivo. C’è tanto lavoro da fare per gli italiani e per lo sviluppo del Paese, pensando sempre a famiglie e imprese.” Ma altre fonti spiegano che il confronto nel governo è appena iniziato.

Nel vertice anche il dossier Alitalia

Nella prima parte della riunione si è affrontato il tema di come strutturare la manovra e la risposta alla Commissione europea sull’eventuale avvio di una procedura d’infrazione. Nella seconda parte del vertice, si è invece discusso del dossier Alitalia. Al vertice hanno partecipato il premier Giuseppe Conte, i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio e il ministro dell’Economia Giovanni Tria. A loro si sono aggiunti il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro, i sottosegretari al Mef Laura Castelli e Massimo Garavaglia e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *