un impegno per Playstation 5?



Recentemente, Shawn Layden ha avuto modo di concedere diverse interessanti interviste, nel corso delle quali ha toccato diversi aspetti dello sviluppo videoludico in Casa Sony.

Ai microfoni della Redazione di Game Informer, ha ad esempio parlato di Cross-Play, mentre ha discusso di acquisizioni di nuovi studi interni con Cnet. Recentemente, Layden ha avuto modo di confrontarsi anche con Business Insider, al quale ha rilasciato un’interessante intervista. Al suo interno sono state affrontate diverse tematiche. Particolarmente interessante è tuttavia risultato uno specifico passaggio, all’interno del quale l’intervistatore, constatando il successo ottenuto da Playstation 4, domanda a Layden se vi sia un settore all’interno del quale Sony avrebbe potuto fare di più.

Tramite una riflessione di ampio respiro, Layden ha evidenziato come, tra i risultati di maggior rilievo ottenuti dagli Studi interni di Sony nell’arco di vita di Playstation 4, si possa annoverare l’elevato standard qualitativo raggiunto in termini di story-telling. A titolo di esempio, sono stati citati God of War, “storia di un padre e di un figlio“, e Horizon: Zero Dawn, ma anche l’imminente Days Gone. Un focus minore, riscontra, è invece stato dedicato al Multiplayer.

Sollecitato dall’intervistatore, Layden offre ulteriori dettagli in merito. Utilizzando come riferimento esperienze quali quelle proposte da GTA 5 Online, Call of Duty o Fortnite, ha dichiarato: ” Con Worldwide Studios, come ho detto, ci siamo fortemente dedicati a Titoli story-driven. Il potere della narrazione. Grandi, spettacolari esperienze. Ma non molto all’aspetto multiplayer, penso. Quella è un’area in cui ci vedrete probabilmente iniziare a fare più rumore nel nuovo periodo“.

Un riferimento al futuro, che, in un periodo in cui si rafforzano le aspettative in merito alla next-gen, porta facilmente a pensare a Playstation 5. Vi piacerebbe vedere uno o più degli Studi Interni di Casa Sony impegnati in progetti dalla forte connotazione multiplayer? Quale di questi vedreste come il più adatto per lavorare su Giochi volti a coinvolgere gli utenti in esperienze multigiocatore?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *