truffe online in America per 143 milioni



San Valentino è la festa degli innamorati, ma anche i truffatori hanno di che festeggiare: ogni anno la festività è ottima per truffare i cuori solitari, convincendoli a pagare ingenti quantità di denaro, magari spacciandosi per qualche bella ragazza nelle app d’incontri. Nel 2018 gli americani sono stati gabbati per 143 milioni di dollari.

Il team di ricerca di Kaspersky ha parlato di un fortissimo aumento delle attività di phishing, le tecniche di ingegneria sociale usate dai criminali per ottenere informazioni importanti su di noi, o per mettere le mani sulle nostre carte di credito e i nostri conti correnti.

antivirus di Kaspersky ha bloccato oltre 4,3 milioni di accessi a siti fraudolenti quest’anno, contro gli oltre due milioni dell’anno scorso. San Valentino si conferma una festività particolarmente calda per il crimine: le persone sono più vulnerabili, molto più inclini a commettere errori in leggerezza.

I Paesi più colpiti? Primo posto per il Brasile, e, a seguire, Portogallo, Venezuela, Grecia e Spagna. Mentre le persone più colpite, come spesso succede, sono le fasce della popolazione più in là con gli anni: 40-69 in assoluto il target maggiormente vittima dei truffatori, subito dopo gli over 70. I giovani più immuni alle trappole tese dagli scammer.

Una delle tattiche più usate dai truffatori è il catfishing: si crea una identità falsa, o se ne ruba direttamente una, andando a costruire con la vittima un rapporto durativo nel tempo. L’obiettivo è quello di carpire più informazioni possibili dalle vittime, e, dove possibile, convincerle direttamente a farsi dare dei soldi. Un fenomeno che si è quasi quintuplicato in poco tempo: nel 2015 i danni generati da questo tipo di truffe ammontavano ad appena 33 milioni di dollari.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *