Tribù, Mara Carfagna: ostilità verso la Lega che si è consegnata a M5S


“Non ho ostilità nei confronti della Lega. La mia ostilità è verso la Lega che si è consegnata al Movimento 5 Stelle”. Queste le parole della vice presidente della Camera e deputata di Forza Italia, Mara Carfagna, ospite a Sky Tg24 – insieme al direttore de Il Foglio Claudio Cerasa e all’attore e scrittore Carlo Gabardini – della quarta puntata di Tribù – Europa 19, l’approfondimento condotto da Fabio Vitale e in onda  tutti i giorni dal martedì al venerdì, che racconta l’Italia che si  avvicina alle Elezioni Europee. (Rivedi le puntate con Sala, Zingaretti e Morra).

Forza Italia e la Lega

“Io credo nel centrodestra unito –  continua Carfagna –  credo in una cultura di governo che garantisce efficacia e efficienza. La mia ostilità è verso una Lega che ha consentito alla propaganda del M5S di diventare realtà, di trasformarsi in legge, penso al Decreto Dignità e al reddito di cittadinanza”. E aggiunge: “Io conosco un’altra Lega, quella con cui governiamo bene sui territori e con cui abbiamo governato bene questo Paese difendendo il livello di benessere e i diritti degli italiani”. Forza Italia, però, sottolinea la vice presidente della Camera, “non soffia sul fuoco delle paure. Se la Lega sceglie un altro schema di gioco, non saremo noi a rincorrerla e a pregarla di tornare indietro”.




Salvini, Carfagna: non dà risposte di centrodestra





“No avanzata travolgente dei sovranisti”

Guardando al voto del 26 maggio, la deputata di Forza Italia afferma di non vedere “un’avanzata travolgente dei sovranisti. Tutti i sondaggi dicono che il Ppe resterà, al di là di una flessione, il primo partito europeo. Credo però che bisogna ricercare un altro tipo di alleanza, perché quella col partito Socialista ha reso questa Europa incapace di rispondere alle esigenze dei popoli europei”.

Forza Italia resta garantista

Nel corso di Tribù, si è parlato che del caso Siri e della revoca dell’incarico decisa dal premier Conte: “Mi indigna che questo caso abbia tenuto banco per così tanto tempo. Si è trattato di una sceneggiata che ha impedito al governo di occuparsi del veri problemi del paese”. A proposito dell’inchiesta per corruzione, che ha coinvolto in Lombardia esponenti di Forza Italia, Carfagna ammette: ”C’è sicuramente un problema che riguarda tutte le classi dirigenti e tutti i partiti ed è un problema di cui Forza Italia è consapevole, tant’è che ha sospeso le persone che sono indagate”. Ma, aggiunge, “è anche giusto ricordare che siamo in presenza di un’inchiesta ed è giusto farlo anche per rispettare l’indipendenza della magistratura”. Noi, conclude, “restiamo garantisti“.




Caso Siri, Carfagna: sceneggiata per nascondere problemi veri








Chi sceglierebbe Mara Carfagna come compagno di Erasmus tra Salvini, Di Maio, Meloni e Bonino ❓






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *