Tonfo per Apple in Cina, le vendite degli iPhone calano del 20%



Male per Apple anche sul mercato cinese, dove la mela morsicata registra un calo alle vendite degli iPhone. Meno 20%, un numero che incide pesantemente sui ricavi dell’azienda, complice un mercato cinese sempre più fondamentale per le aziende tech occidentali (e non solo).

Calo del 20% su base annuale nel quarto trimestre del 2018, i dati ci arrivano dal centro di ricerca e analisi di mercato IDC. Per la precisione, rispetto al 2017, il calo è del 19,9%. E se Apple fa male, le aziende cinesi fanno decisamente meglio: Huawei cresce in patria del 23,3%, riducendo le quote di mercato di Apple nel mercato cinese all’11,5%.

Cosa significa sostanzialmente? Se nel quarto quadrimestre del 2017 Apple era riuscita a vendere 14,8 milioni di device, durante lo stesso periodo del 2018 il numero di iPhone venduti è crollato a 11,8 milioni. In un anno si sono vaporizzati esattamente tre milioni di device.

Per Apple si parla di un periodo infelice che dura ormai da tre anni, è infatti il terzo anno consecutivo in cui Apple perde terreno in Cina rispetto alla concorrenza. Concorrenza sempre più agguerrita, complici gli stessi brand cinesi che si stanno imponendo grazie a design e specifiche che non hanno più nulla da invidiare alle controparti occidentali. Prova ne è il loro successo anche all’interno del mercato europeo e USA.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *