THQ Nordic aumenta il proprio capitale in vista di ulteriori acquisizioni



Sembra non volersi arrestare l’ondata di acquisizioni da parte di THQ Nordic, compagnia svedese che è cresciuta esponenzialmente nel corso degli ultimi mesi riuscendo a migliorare il suo fatturato annuale del 713% e ponendo le basi per lo sviluppo di ben 77 giochi.

La casa di Darksiders 3 ha proposto sul mercato 11 milioni di azioni di classe B che sono state prontamente agguantate da nuovi investitori, tra cui citiamo First National AP Fund, Second National AP Fund e Odin Fonder. L’operazione si traduce in 225 milioni di dollari aggiunti al capitale della compagnia, che ha già dichiarato di voler continuare con la sua campagna di acquisizioni di franchise, studi di sviluppo di videogiochi o altri asset che completerebbero l’operazione”.

Il CEO Lars Wingeford ha così commentato ai microfoni di GamesIndustry.biz: “La nostra strategia attuale è quella di costruire qualcosa di sostanzioso, diversificato e duraturo attraverso le acquisizioni e la costante crescita del nostro sitema organico”.

Sebbene si vociferasse di un lancio non propriamente entusiasmante, Darksiders 3 ha già fatto recuperare i costi di sviluppo e di marketing a THQ Nordic, con le conseguenti vendite del gioco che si tradurranno d’ora in avanti in puro profitto. Nel frattempo, l’azienda svedese organizza grandi cose per il futuro con l’acquisizione di Warhorse Studios, gli autori di Kingdom Come: Deliverance.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *