The Outer Worlds supporterà le mod? Obsidian si dice possibilista



Dopo aver suggerito la (ancora probabile) possibilità di completare The Outer Worlds senza uccidere nessuno, Tim Cain e Leonard Boyarsky approfittano dell’ampia copertura mediatica concessagli da Game Informer per discutere dell’eventualità del supporto alle mod per il loro ambizioso FPS ruolistico in salsa sci-fi.

Stando ai creatori dell’originale Fallout attualmente a capo del team di sviluppo di Obsidian Entertainment, le probabilità che il loro prossimo progetto possa essere “ampliato” attraverso il supporto alle mod non sono poi così scarse nonostante il limitato budget a disposizione e la necessità di rientrare nelle stringenti tempistiche di pubblicazione, specie in virtù dell’impegno che li attende nel medio-lungo periodo all’interno degli Xbox Game Studios.

“Ci piacerebbe che i giocatori fossero in grado di realizzare delle mod”, è infatti il pensiero che Cain e Boyarsky rivolgono a tutti i futuri acquirenti di The Outer Worlds, non prima però di aggiungere che “esamineremo attentamente questa funzionalità una volta che avremo capito quale tipo di supporto potremo garantirgli”.

In base a quanto suggerito dai due dirigenti Obsidian, quindi, il supporto alle mod non dovrebbe rientrare nell’offerta di lancio di The Outer Worlds ma solo successivamente, si presume tramite un aggiornamento gratuito o con la diffusione di un kit di sviluppo apposito: qualora venisse implementato, inoltre, è improbabile che possa essere reso disponibile su tutte le versioni del titolo, ossia PlayStation 4, Xbox One e PC, ma solo per queste ultime due.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *