Tav, Salvini: l’analisi costi-benefici non mi ha convinto


“Più veloci viaggiano le merci e le persone e meglio è”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, parlando della Tav (LE TAPPE DI UNA VICENDA LUNGA 20 ANNI), a margine della presentazione del rapporto Agromafie a Roma. Alla domanda se l‘analisi costi benefici della Tav, che ha bocciato la realizzazione dell’opera, lo avesse convinto, il ministro ha risposto con un secco “no”. Da tempo sono note le divergenze sul tema tra le due forze di governo: la Lega è favorevole alla realizzazione della Torino-Lione, a differenza del M5s.

Toninelli: “Discuteremo con Lega senza pregiudizi”

Anche il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, rappresentante pentastellato oggi ha parlato di Tav. L’analisi costi-benefici “è enormemente negativa – ha detto – però tra noi e la Lega si è sempre discusso in maniera concreta e obiettiva, tra persone per bene, prive di pregiudizi. Noi non ne abbiamo, sono convinto che non ne abbia neanche la Lega”. Sull’analisi Toninelli ha aggiunto: “Nessuno deve contestare quella relazione, perché è l’unica relazione scientifica fatta da economisti dei trasporti”. (PONTI: NELLA NOSTRA ANALISI NON C’E’ ATTEGGIAMENTO IDELOLOGICO”)

Toninelli sul tecnico pro Tav: “L’analisi è una sola”

L’analisi costi-benefici ufficiale sulla Tav “è una sola”, ha aggiunto Toninelli, rispondendo ad una domanda sulla contro-analisi di Pierluigi Coppola, l’unico esperto della commissione che non ha giudicato negativamente la Torino-Lione. “Non faceva parte del team di lavoro di Ponti e ha dato un piccolo contributo di un ingegnere che dice la sua”. Secondo Toninelli “il team di Ponti ha lavorato in maniera totalmente indipendente. Anzi sulla parte dei benefici dice si essere stato di manica larga e ne sono enormemente felice, perché il sottoscritto non ha alcun pregiudizio sull’opera”.





Data ultima modifica 14 febbraio 2019 ore 11:37


Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *