Tav, lettera dell’Italia all’Ue: “Avanti con i lavori”


L’Italia ha inviato una lettera all’Ue in cui conferma l’intenzione di proseguire nella realizzazione della Tav. Nella missiva, firmata dal ministero dei Trasporti senza la firma del titolare del dicastero Danilo Toninelli, c’è il timbro della presidenza del Consiglio. Qualche giorno fa, durante una diretta Facebook, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte aveva reso nota l’intezione del governo di andare avanti con l’alta velocità, ma alcuni componenti del movimento che si oppone alla costruzione dell’opera avevano avvisato il premier: “Non conosce la nostra determinazione”.  Intanto sempre per ciò che riguarda la linea ad alta velocità Torino-Lione oggi pomeriggio è attesa la manifestazione No Tav oggi in Val di Susa.

Sì ai bandi

Nella lettera del governo italiano, partita ieri sera su impulso della segreteria generale della Presidenza del Consiglio dei ministri,  che dà il via libera ufficiale del governo italiano. Secondo quanto si apprende, sulla missiva indirizzata all’Inea, l’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti della Commissione europea, c’è la firma di un dirigente del Mit e non quella del ministro Toninelli, contrario all’opera. In sostanza si dà il consenso tecnico alla prosecuzione della procedura dei bandi. La lettera è arrivata a Bruxelles nel giorno della scadenza fissata per il pronunciamento dell’Italia sul completamento della Torino-Lione.

Il presidente Europarlamento Sassoli: “È una buona notizia”

La conferma dell’arrivo del documento è stata data anche dal presidente dell’Europarlamento David Sassoli su Twitter. “Arrivata all’Ue la lettera del ministero dei Trasporti con cui l’Italia si impegna a completare la Tav – ha scritto – Una buona notizia, così come il rispetto degli impegni con l’Europa”.






Leggi tutto





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *