Smart Wallet in auto, criptovaluta in cambio di informazioni



Una buona notizia per chi – giustamente – pensa che guidare un’auto sia più che altro un continuo esborso di euro in cambio di poche emozioni. Jaguar Land Rover sta lavorando a un progetto che renderà possibile guadagnare criptovaluta ed effettuare pagamenti durante la guida attraverso i servizi per veicoli connessi. Questo servendosi di Smart Wallet sistema che permetterà agli automobilisti di ottenere credito utile per pagare caffè, pedaggi, parcheggi o la ricarica dei veicoli elettrici. Come? Basterà permettere l’invio di segnalazioni automatiche ad autorità o provider dei servizi di navigazione, che potranno così ottenere informazioni utili come ingorghi di traffico o buche pericolose.


Il funzionamento della Smart Wallet

Il funzionamento della Smart Wallet

PARTNERSHIP
Smart Wallet fa uso della recente tecnologia di criptovaluta e in questo senso Jaguar Land Rover ha stretto una partnership con la Fondazione Iota per controllare le distributed ledger che consentono di emettere e ricevere i pagamenti. A differenza di altri sistemi simili e grazie alla sua struttura – si precisa in una nota del gruppo automobilistico – per operare non richiede una commissione. Nel tempo le transazioni diventeranno più veloci su tutta la rete e gli utilizzatori potranno integrare lo Smart Wallet di bordo con metodi di pagamento convenzionali. L’introduzione di questa criptovaluta fa parte della strategia di Jaguar Land Rover denominata “Destinazione Zero”, che ha l’obiettivo di perseguire zero emissioni, zero incidenti e zero ingorghi.

TEST IN IRLANDA
Questa avanzata tecnologia viene sperimentata presso il Centro di Software Engineering di Shannon, nella Repubblica d’Irlanda, dove gli ingegneri hanno già attrezzato con le funzioni Smart Wallet molti veicoli, inclusa la Jaguar F-Pace e la Range Rover Velar. Al di là dell’effettiva comodità praticità del sistema e dell’idea brillante del premio al guidatore, l’impegno del gruppo britannico è ad ampio respiro come spiega Russell Vickers, Jaguar Land Rover Software Architect. “Le tecnologie dei veicoli connessi che stiamo sviluppando trasformeranno una Jaguar o una Land Rover in un terzo spazio, accanto alla casa e all’ufficio, con grandi potenzialità – dice – in futuro un veicolo elettrico potrà dirigersi autonomamente verso una stazione di ricarica, effettuarla e pagare il relativo importo direttamente dall’auto. Mentre al proprietario verrà riconosciuto un compenso in criptovaluta per la condivisione di dati utili, come le segnalazioni di ingorghi. Tutto per migliorare la qualità del traffico e della vita nelle città connesse di domani”.

 Maurizio Bertera 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *