Salvini e il pupazzo di Zorro, Di Maio: “Io giocavo con le macchinine”


Divisi anche dai passatempi di infanzia. A tre giorni dal voto per le Europee, Di Maio e Salvini stentano a trovare un terreno comune, ma almeno l’ultimo fronte non sembra mettere a rischio la tenuta della maggioranza. “Io giocavo con le macchinine”. Così il capo politico del Movimento 5 Stelle ha scherzosamente commentato l’ormai famigerato ‘furto’ subito dal leader leghista, quando da bambino gli venne sottratto un pupazzetto di Zorro.

Il pupazzetto Zorro

L’episodio era stato raccontato nell’incipit della biografia di Salvini, scaraventata al centro del dibattito politico a causa delle dichiarate simpatie fasciste del suo editore, per questo estromesso dal Salone del libro di Torino dopo giorni di accese polemiche. Nel libro si raccontava il furto del giocattolo come la scintilla che aveva fatto nascere nel giovane Salvini una forte avversione contro le ingiustizie. Immediatamente, la storia di Salvini e del pupazzetto Zorro era diventato un fenomeno social, con il moltiplicarsi di ironie e sfottò nei confronti del vicepremier.

Dai social alle piazze

La Zorro-mania era poi tracimata dalla Rete alle piazze, diventando presto il travestimento preferito dei contestatori di Salvini, come è avvenuto in occasione del comizio a Milano dello scorso 18 maggio. Lo stesso leader leghista aveva cavalcato la moda. “I cartoni animati che mi piacevano di più erano Jeeg robot d’acciaio e Mazinga Z. Per variare i costumi apprezzerei anche loro due”, aveva commentato.

Niente supereroi per Di Maio

Poche concessioni a robot e uomini mascherati, invece, per Di Maio. Alla domanda se si sentisse l’Uomo Ragno, il capo politico del Movimento 5 Stelle ha ribadito: “Giocavo con le macchinine, non con i supereroi”. E incalzato su Han Solo, il contrabbandiere ribelle della saga di Star Wars, ha aggiunto: “Non sono mai stato appassionato di Guerre stellari”. 






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *