Presto tutti i giochi Xbox saranno disponibili su PC, secondo un insider



Secondo il giornalista e insider Brad Sams, una delle fonti più attendibili del panorama giornalistico dell’industria videoludica (sono suoi, infatti, i primi retroscena su Project Scorpio e il controller Elite), Microsoft starebbe lavorando per portare tutti i giochi Xbox One (ma anche X360 e Xbox) su PC Windows 10.

In sede di presentazione della Build 18334 di Windows 10, nota l’autore della testata Thurrott.com, i vertici del colosso di Redmond hanno permesso agli utenti di scaricare State of Decay e sottolineato la volontà di integrare al più presto “una nuova tecnologia” nell’ecosistema software del proprio sistema operativo.

L’attenta analisi della versione di State of Decay proposta da Microsoft con l’aggiornamento dell’OS Windows rivelerebbe infatti un dato sorprendente: il download del survival horror a mondo aperto di Undead Labs, a quanto sembra, non avverrebbe da serverdl.microsoft.com ma direttamente da assets1.xboxlive.com, un indirizzo corrispondente ai server di Xbox Live. Microsoft, di conseguenza, starebbe permettendo all’utenza Windows 10 di installare sul proprio PC una versione di State of Decay identica a quella scaricabile su Xbox One e Xbox One X.

Parallelamente a questa scoperta, Brad Sams e gli altri insider contattati dal giornalista evidenziano la recente apparizione dell’app Gaming Service nello store Microsoft: al suo interno, i file di codice che rimandano a “Project Durango” (il nome in codice di Xbox One) sarebbero parecchi, e tutti collegati alle funzioni primarie di utilizzo dell’applicazione.

Gli ultimi rumor sull’approdo dell’intero catalogo di Xbox One, Xbox 360 e Xbox su PC andrebbero quindi letti nella più ampia ottica di una strategia a lungo termine che Microsoft, presumibilmente, intende adottare di concerto con l’annuncio di Xbox Scarlett e Project xCloud, con conseguente lancio del servizio di game streaming (con annesso Game Pass) su Nintendo Switch e, perchè no, smart TV e PlayStation 4.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *