Peugeot Motorcycles: “Cittadini e francesi”


“Anche se siamo al 51% di propriet degli indiani di Mahindra, il 49% che pesa quello francese. E il nostro legame con Peugeot Auto sempre fortissimo”. Parola di Costantino Sambuy, l’italiano che da circa un anno e mezzo il capo mondiale di Peugeot Motocycles. E con cui abbiamo parlato delle strategie del gruppo, alle prese con un impegnativo rilancio.

PILASTRI
“La citt resta il cuore del nostro business – dice – e il rilancio di Peugeot Motocycles si basa su tre pilastri: gli scooter premium (come il Pulsion 125 appena presentato alla stampa, ndr), gli elettrici e le moto da citt, pensate per il medio raggio, di cui abbiamo dato un assaggio all’ultimo Eicma”.


Costantino Sambuy, direttore generale di Peugeot Motorcycles

Costantino Sambuy, direttore generale di Peugeot Motorcycles


STRATEGIA

Ma in cosa consiste la vostra strategia per il rilancio di un brand che ha 120 anni di storia? “Stiamo seguendo lo stesso percorso dei nostri cugini dell’auto, quindi puntando tutto verso la connettivit e i contenuti premium. Del resto i “prestiti” dall’auto alla moto a livello di design ed elettronica sono evidenti nel nuovo Pulsion. Basta vedere la versione motociclistica dell’ iCockpit per rendersene conto. Il nuovo Pulsion 125 una sorta di Peugeot 2008 a due ruote”.

ELETTRICO
Sul fronte dell’elettrico invece dovremo ancora aspettare qualche mese per vedere le novit Peugeot: “A settembre presenteremo il ciclomotore iLudix. Per noi si tratta di riaffermare il nostro ruolo da leader nell’elettrico a due ruote. Siamo stati i primi a sbarcare sul mercato nel 1996 con uno scooter elettrico e adesso battezzeremo la terza generazione di veicoli a emissioni zero, dopo l’eVivacity”.

FRANCIA E ITALIA
Il new deal di Peugeot passa anche dalla riaffermazione della francesit dei prodotti: “Il Pulsion pensato e costruito a Mandeure, nella sede storica di Peugeot. E per sottolineare questo abbiamo anche messo un tricolore transalpino sullo scooter”. Eppure, a ben vedere, Peugeot Motocycles anche un’azienda molto italiana nei ruoli chiave: sono italiani il numero uno mondiale, il direttore vendite (Enrico Pellegrino), il direttore marketing prodotto e pure il capo dell’R&D (Paolo Brovedani, ex Aprilia ed Husqvarna).

 Alessandro Pastore 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *