per Michael Pachter su PC perde molto del suo valore



Anthem, il nuovo titolo di BioWare, non è stato particolarmente premiato dalla critica nelle recensioni che, anzi, sono state per lo più negative. Ci sono diversi aspetti nel gioco che avrebbero dovuto essere meglio rifiniti, prima di lanciare il gioco a tutti gli effetti.

Stando al celebre analista Michael Pachter però, buona parte dei problemi del gioco, e dunque delle review poco lusinghiere, sono da ricercarsi nel fatto che sia stata prese in considerazione soprattutto la versione PC, che grazie ad Origin Access, era disponibile prima rispetto alle altre piattaforme, sebbene il gioco, secondo lui, fosse destinato prevalentemente al mercato console.

“La mia visione personale è che non si tratti semplicemente un gioco PC. C’è il volo nel gioco, e manovrare il tuo personaggio che vola è come guidare una macchina: i contilli non funzionano bene pe quello su PC, mentre su console vanno una meraviglia.”

Secondo Patcher dunque, tali versioni dovrebbero ricevere almeno una decina di punti percentuale in più. Parte della colpa della cattiva accoglienza del gioco, sempre secondo l’analista, è però da ricercare internamente ad EA, soprattutto per via del suo sistema di lancio del gioco a scaglioni. I giocatori che hanno potuto mettere le mani sul gioco prima, hanno infatti contribuito a smorzare l’hype con una settimana di critiche negative, influendo dunque sulle vendite del gioco.

Voi che ne pensate delle parole dell’analista? Anche secondo voi il titolo BioWare giocato su console merita di più rispetto alla sua versione PC? Ma soprattutto, avete letto la nostra recensione di Anthem?

Anthem arriva a febbraio, preordinalo su Amazon.it a 62.99 euro e ricevi contenuti bonus esclusivi, tra cui lo Stendardo dei Fondatori, emblema unico da utilizzare in gioco.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *