per gli autori di Ashen può essere un’arma a doppio taglio



Il CEO di Aurora44, Derek Bradley, ha discusso con i giornalisti del Sydney Morning Herald delle opportunità offerte dal programma di Xbox Game Pass e, soprattutto, dei possibili rischi corsi dai team di sviluppo indipendenti che decidono di aderire al servizio in abbonamento di Microsoft.

Interpellato dalla redazione del quotidiano australiano sulle potenzialità di crescita del Game Pass, l’amministratore delegato della software house che ha dato forma alla splendida dimensione soulslike di Ashen ha spiegato che “ci sono alcuni giochi che hanno un senso se lanciati in Accesso Anticipato, altri invece hanno un senso se pubblicati come free-to-play, ma direi che Ashen ha avuto davvero molto senso per il Game Pass. Volevamo una solida base di utenti per offrire agli utenti un ecosistema di gioco sano e il più ricco possibile. Siamo uno studio nuovo ma molto ambizioso, avevamo bisogno di quella community per far crescere il gioco e il Game Pass è stato in grado di fornircela, per questo la transizione al modello offerto dal Game Pass è stata molto naturale e fluida”.

Pur dimostrandosi soddisfatto dei risultati conseguiti dal suo team di sviluppo grazie alla decisione di proporre Ashen su Game Pass sin dal giorno di lancio, Bradley non manca di sottolineare come il programma simil-Netflix di Microsoft possa “trasformarsi in un’arma a doppio taglio, specialmente per i piccoli team indipendenti che dimostrano di non essere ancora pronti per compiere questo passo. Saranno tempi di acque agitate per gli studi indie, e sarà molto interessante vedere come le altre piattaforme affronteranno i medesimi problemi”.

Per un ulteriore approfondimento, vi rimandiamo alla lettura della nostra recensione di Ashen e, naturalmente, dello speciale dedicato ai nuovi videogiochi di febbraio del catalogo del Game Pass accessibili agli abbonati al servizio su Xbox One e Xbox One X.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *