per 343 Industries è una sorta di “Successore spirituale”



Durante una lunga intervista rilasciata a IGN, Bonnie Ross, a capo di 343 Industries, ha parlato di Halo Infinite e degli sforzi della software house sul franchise in generale. Ross in particolare ha definito il gioco come un “successore spirituale”, rivelando alcune cose interessanti.

Ad esempio sembrea che lo studio avesse avuto intenzione insieme a Microsoft di sviluppare un gioco ridotto come ODST a cavallo tra Guardians e Infinite.

“C’è stata un bel po’ di riflessione interna e introspezione, per capire cosa avessimo fatto noi di 343 Industries, quali errori avessimo commesso e dove invece abbiamo fatto centro, oltre che cosa significhi Halo per tutti noi”, ha dichiarato Ross, che ha poi proseguito: Halo Infinite deriva dalla domanda ‘Cosa significa Halo per tutti noi?’. Il trailer visto all’E3, ecco csa significa. Forse ci sono voluti due giochi per capirlo. Abbiamo fatto cose buone ma anche degli errori. Si tratta di speranza e meraviglia, di eroismo e umanità, e di riunire una community: ecco cos’è per noi quel trailer, ed ecco cosa vogliamo fare con Halo Infinite”.

Durante la stessa intervista inolte, il capo dello studio ha lodato Apex Legends, dichiarando che il gioco abbia molto di più in comune con lo stesso Halo, che non con Fortnite, non escludendo peralto che in futuro non possa esistere un Battle Royale ambientato in quell’universo.

Che ne pensate delle parole di Ross?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *