Pedofilia su YouTube, in corso la pulizia: cancellati oltre 400 canali



A seguito della fuga di inserzionisti, YouTube corre ai ripari per contrastare, per quanto possibile, la piaga della pedofilia nei commenti pubblicati sulla propria piattaforma, di cui vi abbiamo a lungo parlato su queste pagine a seguito della scoperta di uno youtuber.

La piattaforma di condivisione video ha annunciato di aver cancellato e chiuso, negli ultimi giorni, più di 400 canali e disabilitato i commenti su decine di milioni di video a seguito della controversia emersa in rete.

La notizia è stata pubblicata dal popolare youtuber Philip DeFranco, il quale tramite il proprio account ufficiale Twitter ha pubblicato una dichiarazione diffusa da YouTube in cui si legge che “nelle ultime 48 ore, oltre le normali protezioni, abbiamo disattivato i commenti su decine di milioni di video e chiuso oltre 400 canali a causa dei commenti lasciati sui video. Abbiamo anche segnalato tali commenti alle forze dell’ordine“.

La reazione del sito quindi è di quelle forti, ma ciò che si chiedono gli utenti è se YouTube abbia anche apportato qualche modifica all’algoritmo che come mostrato dallo youtuber Watson, renderebbe estremamente facile per un nuovo utente entrare in questa sorta di circolo vizioso in cui sono presenti video pubblicati in maniera innocente dalle bambine ma che diventano oggetto di commenti da parte dei pedofili.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *