Norvegia, più di un’auto nuova su due è elettrica


Può sembrare un paradosso ma è il Paese con la maggiore produzione di petrolio e gas dell’Europa occidentale, a essere il numero uno per il mercato delle auto elettriche. La Norvegia – che sta facendo un’evidente politica di transizione verso un’economia basata sull’energia rinnovabile – è sempre più la patria dei motori non tradizionali. Secondo quanto riportato dall’ente che controlla il mercato (Norwegian Road Federation, Nrf), a marzo 2019, il 58,4% delle auto vendute era completamente elettrico. Nello stesso mese, le vetture a combustione interna hanno fatto registrare la più bassa quota di mercato mai segnalata, pari al 22,7%. Il resto della torta appartiene ai modelli ibridi. Se questa progressione verrà mantenuta, a fine 2019, l’elettrico per la prima volta avrà la maggioranza assoluta, facendo ancora meglio del 2018 dove la quota ha toccato il 31,2% rispetto al 20,8% del 2017.

La Nissan Leaf è stata l’auto più venduta nel 2017

La Nissan Leaf è stata l’auto più venduta nel 2017


2025: STOP AI MOTORI TRADIZIONALI?

Non sorprende quindi che dieci dei primi dodici modelli nella classifica delle vendite trimestrali e la top five siano a zero emissioni: nell’ordine Tesla Model 3, Volkswagen eGolf, Bmw i3, Nissan Leaf – la più venduta nell’intero 2017 – e la recente Audi e-tron. Per la cronaca, delle circa 10mila unità elettriche vendute in marzo – su un totale di 18mila – oltre 5.800 sono Model 3: un record nel record, pensando che un terzo di tutte le vendite sono Tesla. L’obiettivo dichiarato è quello di fermare la commercializzazione di auto con motori tradizionali dal 2025. Come spiega Terje Moe Gustavsen, direttore della Norwegian Public Roads Administration: “Le vetture a batteria in Norvegia, nel 2030, potrebbero essere 1 milione e mezzo. Non è impossibile se pensiamo che cinque anni fa – quando la politica di transizione verso le emissioni zero fu varata dal governo – le elettriche circolanti erano appena più di 10 mila. Al 31 marzo 2019 sono complessivamente 226 mila, in un Paese che conta cinque milioni di abitanti”.


La Tesla è molto apprezzata dagli automobilisti norvegesi

La Tesla è molto apprezzata dagli automobilisti norvegesi

IL DIBATTITO INTERNO
Al di là di una sensibilità ambientale che nell’Europa del Nord è notoriamente superiore a quella dei Paesi latini, va sottolineato che in Norvegia chi acquista un’elettrica non solo gode degli incentivi pubblici ma ha anche altri vantaggi come l’esenzione dai pedaggi autostradali, la possibilità di parcheggiare gratis e – in molti casi – di ricaricare la batteria senza costi. Fa sorridere che proprio la carenza di infrastrutture di ricarica – specialmente nel nord del Paese, meno abitato e con distanze maggiori – è uno dei problemi di cui si discute in Norvegia, con polemiche a livello politico e dibattiti pubblici. Per questo la Norwegian Electric Vehicle Association ha chiesto al governo di Oslo ulteriori investimenti. Verrà il giorno in cui sarà venduto il 100% di auto elettriche? Qui, potrebbe succedere e non tra molti anni.

 Maurizio Bertera 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *