negli USA 1,6 milioni di auto


Un’indagine della NBC ha rivelato che negli USA la truffa delle auto chilometrate è incontrollabile con un giro d’affari da oltre 1 miliardo di dollari

Negli Usa scoppia il caso dei contachilometri truccati. Secondo la NBC negli Usa sarebbero in circolazione ben 1,6 milioni di veicoli che non registrano i chilometri effettivamente percorsi. Nel giro di pochi minuti è possibile modificare la storia dell’auto tagliando la distanza percorsa. In questo modo le vetture “ringiovanite” e poi vendute ad ignari acquirenti. Secondo le statistiche il business dei contachilometri truccati frutta ogni anno oltre 1 miliardo di dollari. Da parte suo la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha dichiarato guerra alle truffe. Oltre ad una maggiore attenzione al mercato dell’usato l’NHTSA ha stilato un breve lista di consigli per evitare trappole. Vediamo i dettagli.

TRUFFA MADE IN USA

L’emittente televisiva americana NBC ha deciso di fare chiarezza sul caso dei contachilometri truccati. Il network ha raccolto un numero impressionante di segnalazioni dei propri ascoltatori svelando come funziona la truffa. Tutte le auto sono potenzialmente a rischio. Anzi, le vetture che montano un contachilometri digitale sono anche più facili da resettare. Secondo la NBC sono circa 1,6 milioni le auto coinvolte negli Stati Uniti. L’inchiesta svela quanto questo sistema possa fruttare soldi. Nel caso di un SUV Chevrolet Silverado del 2006 con circa 370.000 km la quotazione di mercato è di circa 3.700 dollari. Il servizio mostra come un meccanico nel giro di un minuto riesce a settare i km percorsi a “soli” 210.000. Con questo trucchetto il valore del SUV usato sale a più di 8.000 dollari. Va detto che negli Usa la falsificazione è un crimine federale ed espone i consumatori a rischi anche di sicurezza.

LE SEGNALAZIONI

Pare che la truffa dei contachilometri truccati sia parecchio diffusa negli Usa. Dal canto suo la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) che fa capo al Dipartimento dei Trasporti è chiara. L’Autorità ha fatto sapere che si sta muovendo e si è mossa perché tutti i truffatori vengano puniti. Secondo l’NHTSA ogni anno si vendono più di 450.000 veicoli con letture del contachilometri false. Il costo per i consumatori americani è di oltre 1 miliardo di dollari all’anno. Nei mesi scorsi ha fatto scalpore il caso di Mark Longgrear e suo figlio Zachary. Dal 2014 fino al febbraio 2018, i due uomini, sia individualmente che attraverso la loro società Southern Auto Buyers LLC hanno manipolato migliaia di auto usate. Il sistema era collaudato, acquistare auto molto chilometrate a basso prezzo e resettare i tachimetri. I due truffatori avrebbero venduto le auto contraffatte in buona parte degli Usa.

I CONSIGLI

L’NHTSA ha diffuso una serie di consigli utili ad evitare le truffe. Prima cosa da fare è verificare i documenti riguardanti la manutenzione del mezzo e accertare che i numeri siano leggibili. In ogni caso cercare sulla carrozzeria dell’auto gli adesivi riguardanti i vari cambi dell’olio effettuati. Importante ricordare che anche i contachilometri digitali possono essere riprogrammati e visualizzare un chilometraggio inferiore. Altra dritta importante è controllare l’usura delle gomme. Se l’auto indica 20.000 km le gomme dovrebbero essere in buono stato. In caso contrario è probabile che il tachimetro sia truccato. Anche i pedali di acceleratore, freno e frizione sono un buon indicatore. Se appaiono troppo consumati è probabile che l’auto abbia percorso parecchi chilometri. Ultimo ma non meno importante elemento il controllo del codice VIN. Il codice identifica ogni veicolo e permette di accedere allo storico dello stesso compresi i km effettivi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *