Migranti, Salvini: “Controlli preventivi della Marina su navi”



“È andato bene”. Sono tutti d’accordo i politici che hanno partecipato al vertice di governo a Palazzo Chigi sul tema migranti. Un vertice, durato poco meno di un’ora, a cui hanno partecipato il premier Giuseppe Conte, i ministri dell’Interno Matteo Salvini, della Difesa Elisabetta Trenta, degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, delle Infrastrutture Danilo Toninelli. In rappresentanza del ministro dell’Economia Giovanni Tria, poi, c’era il capo di gabinetto Luigi Carbone. “Il vertice sull’immigrazione è andato bene: è stato un incontro proficuo in cui abbiamo rivisto i dati sui flussi e gli elementi di contrasto al traffico illegale”, ha detto Conte.

Trenta: “Problema va gestito insieme, senza farne tema politico”

Sulla stessa linea Trenta. “Lavoriamo tutti insieme per il bene del Paese. È stata una riunione collaborativa e molto interessante”, ha detto la ministra. “Il problema delle migrazioni è un problema, va gestito insieme e il Paese dovrebbe andare tutto nella stessa direzione, senza farne un tema politico”, ha aggiunto. Rispondendo a una domanda sull’uso di navi della Marina all’imbocco dei porti, Trenta ha spiegato: “Questa cosa l’ho letta sui giornali, il ministro Salvini non me l’ha chiesta, a volte vengono fraintese le parole. Quello che potrebbe fare la Marina non è attaccato ai porti. Si può fare attività di controllo maggiore nell’area di nostra competenza”.

Salvini: “Sul tavolo altre iniziative”

Dopo l’incontro ha parlato anche Salvini. “È andata bene, nel senso che ho portato al tavolo un numero di morti e dispersi più che dimezzato rispetto all’anno scorso, parlano di una riduzione di partenze, di sbarchi. Nel decreto sicurezza ci saranno multe più alte, sequestro, più uomini e più mezzi in Libia. Per il momento, toccando ferro, i numeri ci danno ragione”. Il vicepremier ha spiegato che sono state “messe sul tavolo altre iniziative come i controlli della Marina militare preventivi sulle navi di presunto soccorso per verificare se abbiano tutti i requisiti”. Il leader della Lega, poi, ha assicurato che “la prossima settimana sarò in Finlandia a incontrare tutti i colleghi europei e sensibilizzarli sul fatto che tutti devono fare di più”.


Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *