Masayasu Ito racconta nuovi aneddoti a 5 anni dal lancio



Intervenuto sulle pagine di Weekly Famitsu in qualità di vicepresidente esecutivo di Sony Interactive Entertainment, Masayasu Ito ha rivelato degli interessanti retroscena su PS4 a cinque anni dal lancio della console in Giappone.

Nel corso dell’intervista, l’alto dirigente di Sony ha spiegato che il progetto di PS4 è nato con lo scopo di ridare al colosso videoludico nipponico quello slancio avuto negli anni della prima PlayStation e di PS2: la scelta di adottare un’architettura hardware più semplice, sulla scorta delle indicazioni fornite dagli sviluppatori, sarebbe stata compiuta proprio per raggiungere tale scopo.

Stando sempre a Ito, uno dei punti su cui il suo team è sceso a compromessi con gli sviluppatori delle terze parti nelle primissime fasi della progettazione di PlayStation 4 è stato quello di equipaggiare la console con 8 GB di memoria RAM unificata, anche a costo di scendere a compromessi su altri elementi hardware del sistema (che però, saggiamente, non specifica).

Discutendo di PS4 Pro, invece, il vicepresidente di SIE ha candidamente affermato di essersi trovato in difficoltà nel lavorare alla versione mid-gen della console poiché era la prima volta che adottava un simile comportamento: la velocità con cui si è affermato lo standard HDR ha contribuito a rendere ancora più stressante il suo lavoro, anche se alla fine il suo team è riuscito a venire a capo del “problema” consentendo anche agli acquirenti di PS4 standard di fruire di questa funzionalità tramite un semplice aggiornamento al software di sistema.

Tale mentalità, a detta di Masayasu Ito, si è rivelata fondamentale anche nello sviluppo di PlayStation VR, con l’adozione di una tecnologia nuova e familiare al tempo stesso che ha permesso agli sviluppatori di superare le contraddizioni dell’esperienza avuta su PS3 con Move.

In calce all’articolo trovate il link con il resoconto delle dichiarazioni di Ito realizzato dalla redazione di Twinfinite sulla base dell’intervista in giapponese del dirigente Sony a Weekly Famitsu.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *