Mamma costretta ad imboccare il figlio durante una sessione di gaming online



Le esagerazioni sono sempre dannose, in qualunque ambito, eppure quando riguardano i videogiochi sembrano fare più rumore rispetto agli altri campi. Ingiustificabile, tuttavia, è il comportamento di un ragazzo, impegnato in una estenuante sessione multiplayer online nelle Filippine.

In un disturbante video (lo trovate all’interno della fonte) girato in un internet cafè del paese asiatico infatti, si vede una madre intenta ad imboccare letteralmente con le mani, il proprio figlio tredicenne, che non stacca gli occhi dallo schermo e le mani da mouse e tastiera pur di continuare la propria partita al Battle Royale Rules of Survival. Lungi da noi smorzare la gravità della situazione, ma ci chiediamo cosa possa succedere quando il ragazzo dimostrerà di avere altri bisogni fisiologici, oltre quello relativo alla nutrizione.

Nell’articolo, apparso su un magazine inglese, si legge che il ragazzo abbia addirittura abbandonato la scuola pur di poter giocare, e che la madre, dapprima ha tentato di contrastare la pessima abitudine del figlio, ma poi accortasi che la situazione non si sbloccava, ha deciso di tentare “un approccio differente”.

La donna ha così chiesto aiuto su internet, mentre il video, suo malgrado, è diventato virale nel giro di poco tempo. Già l’anno scorso, l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiarò la dipendenza dai videogiochi una vera e propria malattia, scatenando un’ondata di polemiche anche all’interno della community stessa dei gamer. Video come quelli in questione, non possono che alimentare ulteriormente un dibattito del genere.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *