L’optional auto preferito? L’assistenza al parcheggio


Maggiormente orientati verso la praticità che verso l’aspetto più edonistico. È il ritratto degli automobilisti italiani impegnati nella scelta degli optional per la macchina nuova. Al primo posto infatti ci sono i sistemi di assistenza al parcheggio seguiti da navigatore e antifurto. Il risultato emerge da uno studio effettuato da DriveK, portale specializzato nella configurazione dell’auto nuova: l’analisi è stata condotta in un periodo di tre mesi su circa 2 mila preventivi arrivati al sito.

Uno schema di assistenza al parcheggio

Uno schema di assistenza al parcheggio

i risultati
Come detto al primo posto tra gli accessori irrinunciabili ci sono i sistemi di assistenza al parcheggio, che aiutano l’automobilista ad effettuare le manovre, evitando brutte sorprese dovute a calcoli mal riusciti e ad ostacoli troppo vicini: ben il 29% di chi intende comprare l’auto nuova li inserisce nel preventivo. Gli italiani poi non rinunciano alla comodità del navigatore integrato, che si trova al secondo posto nella classifica degli optional più richiesti in fase di scelta del veicolo: il 25% dei preventivi contempla questa richiesta. Seguono in terza posizione, richiesti dal 21% degli automobilisti, i sistemi di antifurto. È solo fuori dal podio che si trovano in classifica gli optional dedicati all’estetica e alla comodità, come le vernici metallizzate o premium, il tetto panoramico apribile, i cerchi in lega e i winter pack e gli interni in pelle, pacchetti che comprendono sedili e volante riscaldabili. Tornando alla tecnologia, i sistemi di connessione degli smartphone Apple CarPlay e Android sono richiesti dal 13% di coloro che vorrebbero acquistare un’auto nuova; seguono a breve distanza le videocamere posteriori per la retromarcia, il climatizzatore automatico e il cruise control. Quest’ultimo, richiesto nel 10% dei casi, viene spesso abbinato a un safety pack più completo, che comprende anche il controllo del mantenimento della corsia e un sistema anti-collisione con frenata d’emergenza automatica.



adas

In futuro “assisteremo a un incremento della richiesta di tutti quegli optional come i cosiddetti Adas, che garantiscono una combinazione di sicurezza e comfort di guida”, ha detto Tommaso Carboni, country manager per l’Italia di MotorK, società proprietaria di DriveK.

 Gasport 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *