L’ex wrestler Booker T. denuncia Activision per violazione del copyright di G.I. Bro



I fan del wrestling ricorderanno sicuramente il nome di Booker T., esplosivo lottatore ritiratosi ormai dalle scene dal 2016. Ebbene, giunge oggi la notizia che Booker Tio Huffman Jr. ha denunciato Activision-Blizzard per aver violato il copyright di G.I. Bro, personaggio inventato dalla star della WWE.

Huffman ha persino portato G.I. Bro sul ring e ha dato vita a diversi fumetti con cui ha approfondito questo personaggio creato a immagine e somiglianza dello stesso ex wrestler. Activision è quindi stata accusata di averne rubato le sembianze per la realizzazione di Prophet, un soldato presente all’interno di Call of Duty: Black Ops 4 (a cui potete dare un’occhiata tramite l’immagine che trovate in cima alla notizia).

“Avrebbero potuto disegnarlo in qualunque modo”, leggiamo dall’archiviazione ufficiale. “Ma hanno scelto di rubare da G.I. Bro da Booker T”. La denuncia è stata compilata nello stato del Texas, e quindi indirizzata ad Activision Publishing, Activision-Blizzard, e Major League Gaming.

Notizia non particolarmente positiva per Activision, giunta per di più in un periodo infelice per la compagnia, che ha dovuto confermare i licenziamenti per 800 dei suoi dipendenti. Nel mentre alcune speculazioni parlano anche dell’imminente chiusura degli studi di King a Seattle, Blizzard ha nel frattempo affermato di aspettarsi una performance finanziaria inferiore alla media nel 2019, dal momento che i suoi studi non prevedono alcuna pubblicazione di rilievo per quest’anno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *