Le medaglie delle Olimpiadi del 2020 potrebbero essere fatte con pezzi di vecchi iPhone



Il riciclo di componenti elettronici è un problema sempre più diffuso e che non deve essere sottovalutato. Per questo motivo, il comitato organizzatore dei Giochi Olimpici e Paraolimpici di Tokyo del 2020 ha annunciato che vuole realizzare delle medaglie d’oro, d’argento e di bronzo utilizzando pezzi di vecchi iPhone e altri dispositivi.

In particolare, stando anche a quanto riportato dai colleghi di The Verge e di 9to5Mac, la quantità di smartphone coinvolti sarebbero 5 milioni. Infatti, il comitato ha dichiarato di aver raccolto circa 47.888 tonnellate di rifiuti elettronici grazie “all’enorme supporto ricevuto da parte del pubblico e delle aziende in tutto il Giappone e da atleti nazionali e internazionali“.

Le persone possono consegnare i propri vecchi dispositivi nei negozi fisici NTT Docomo oppure nelle stazioni di raccolta collocate all’interno degli uffici postali e in altri edifici pubblici. L’obiettivo del comitato di raccogliere 2.700 kg di bronzo è stato raggiunto lo scorso giugno, mentre il 93,7% dei 30,3 kg d’oro e l’85,4% dei 4.100 kg d’argento richiesti sono stati raggiunti nel corso del mese di ottobre 2018.

Non si è ancora raggiunto l’obiettivo al 100%, ma il comitato organizzatore ha affermato che probabilmente entro il 31 marzo, giorno in cui finirà l’iniziativa, si riuscirà a raccogliere tutti i materiali. Nel frattempo, sembra che un’azienda stia già progettando queste medaglie.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *