lanciato il lander lunare privato Beresheet



Nonostante le condizioni meteorologiche difficili, nella notte italiana SpaceX ha concluso con successo un’importante missione. Il razzo Falcon 9, con a bordo un lander lunare privato (il primo del genere) è infatti stato lanciato dalla Cape Canaveral Air Force Station della Florida.

Il decollo è avvenuto nei minuti iniziali della finestra di lancio, nonostante il maltempo che ha minacciato il lancio nella prima fase. Dopo otto minuti e mezzo da quando si è sollevato dal sito di lancio, il booster è atterrato con successo sulla piattaforma montata nel’Oceano Atlantico.

E’ la terza volta che il booster è stato lanciato, e segna la 34esima missione riuscita per la compagnia di Elon Musk, che ha fatto proprio del riutilizzo dei booster per rendere i voli spaziali più economici.

Dopo 34 minuti dal lancio, il lander israeliano Beresheet, di proprietà di un’organizzazione no profit battezzata SpaceIL, è stato schierato in orbita. Come vi abbiamo raccontato ieri, si tratterà del più piccolo veicolo spaziale ad atterrare sulla Luna, con un peso di 600 chilogrammi. Beresheet sarà anche il primo veicolo spaziale israeliano ed il primo lander finanziato privatamente a toccare la superficie del nostro satellite. In precedenza solo Stati Uniti, Russia e Cina erano riusciti a far sbarcare i propri veicoli sulla Luna.

Beresheet raggiungerà la Luna nel corso delle prossime sette settimane, ed una volta atterrato trasmetterà video e foto alla Terra, oltre a condurre misurazioni scientifiche.

A bordo del Falcon 9 era anche presente un satellite indonesiano per le telecomunicazioni ed un veicolo spaziale sperimentale chiamato S5 e creato dall’Air Fore Research Laboratory.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *