la reintroduzione delle loot box è stata voluta da Activision



Come vi abbiamo riferito sulle nostre pagine, dopo l’ultimo aggiornamento Call of Duty Black Ops 4 ha accolto l’arrivo delle famigerate loot box. Come prevedibile, la notizia non ha lasciato indifferenti i giocatori che, anzi, hanno mosso le prime polemiche online nei confronti del cambio di politca adottato da Activision e Treyarch.

Alcuni utenti hanno citato in particolare il nome di David Vonderhaar di Treyarch, che nel 2018 aveva affermato che i personaggi della modalità Blackout del gioco sarebbero stati sbloccabili esclusivamente tramite il completamento delle missioni. Come avrete intuito a questo punto, i personaggi, insieme ad a armi con bonus speciali ed altri item, sono adesso ottenibili tramite l’acquisto dei “Reserve Crates“.

Vonderhaar ha deciso di chiarire la situazione personalmente: lo sviluppatore è intervenuto su reddit per precisare che la decisione non è dipesa affatto da Treyarch, bensì – come del resto ci si poteva aspettare – da Activision-Blizzard.

“Al tempo in cui quell’intervista fu condotta, che era precedente all’uscita del gioco, quello era precisamente il metodo con cui potevano essere sbloccati i personaggi di Blackout. Se potessi andare indietro nel tempo e rifare l’intervista, risponderei sempre alla stessa maniera. Le cose sono cambiate nel lungo andare… E non tutte sono decisioni di design. Posso dirvi cosa abbiamo fatto e cosa stiamo pianificando, ma alcune cose non posso prevederle o non le conosco affatto. A maggior ragione se parliamo del lato business di cui so molto poco e su cui ho ancora meno controllo”.

Call of Duty Black Ops 4 è disponibile ora su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Sulle nostre pagine potete trovare tutti i dettagli sulla nuova stagione Operazione Colpo Perfetto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *