La nuova Peugeot 208 parte dal noleggio lungo


La ‘prima’ nazionale stata alla Milano Design Week, all’interno dello spettacolare spazio Peugeot. Le consegne inizieranno in autunno, ma la nuova generazione della 208 gi prenotabile. Al momento per gli ordini sono riservati a chi decide di noleggiare l’utilitaria a lungo termine, che potr riceverla in anticipo rispetto a chi sceglie di acquistarla. Non a caso, il brand transalpino ha annunciato per ora solo i prezzi della formula a lungo termine in 4 anni e 60.000 km complessivi, che prevede una prima rata di 5.900 euro e successive 47 rate mensili. L’importo delle 47 rate varia in base al motore scelto: le P 208 a benzina 1.2 da 100 Cv (con il cambio automatico a 8 marce) e diesel 1.5 da 100 Cv costano 289 euro al mese, mentre l’ elettrica e-208 ha una rata mensile di 349 euro. Il prezzo della e-208 tiene conto dei 4.000 euro previsti dall’ecobonus per chi sceglie un’auto nuova a basse emissioni. ALLESTIMENTO GT LINE
Il noleggio comprende l’assicurazione RCA con polizza incendio e furto, il bollo, la manutenzione ordinaria e straordinaria, l’auto sostitutiva in caso di guasto e l’assistenza stradale 24 ore su 24, che per l’attesa e-208 vale anche in caso di batteria scarica. Per aderire all’offerta online della Casa va accettata una pre-autorizzazione di 500 euro sulla carta di credito, per andare successivamente in concessionaria e terminare la configurazione dell’auto: la rata quindi pu variare a seconda di optional da aggiungere, sebbene l’allestimento fornito sia il pi ricco GT Line. Dopo la configurazione possibile effettuare una prova su strada. La Peugeot consente di recedere dall’ordine, a patto che si decida entro 7 giorni lavorativi dalla prova.

GRINTOSA E RAFFINATA
La nuova 208 – realizzata sulla nuova piattaforma CMP, in grado di ospitare anche le batterie di un motore elettrico – ha uno stile pi sportivo rispetto alla precedente generazione e riprende stilisticamente l’abitacolo della 508. C’ quindi il piccolo volante appiattito nella parte bassa per migliorare la visibilit della strumentazione rialzata, costituita da uno schermo completamente digitale al posto delle consuete lancette. Non mancano i comandi nell’ormai classica consolle a pianoforte e lo schermo a sfioramento del sistema multimediale, di 5”, 7” o 10” a seconda del livello di allestimento. I motori sono il benzina a tre cilindri 1.2 da 75, 100 o 130 Cv e il diesel a quattro cilindri 1.5 da 100 Cv, oltre all’elettrico da 136 Cv che offre un’autonomia omologata di 350 km.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *