La ID. R tenter a breve il record al Nurburgring tra le elettriche


La Volkswagen accelera verso la mobilit elettrica, sia nei veicoli di produzione, sia in pista. Dopo il record alla celebre Pikes Peak Hill Climb, l’elettrica da competizione ID. R punta a un altro traguardo nell’estate del 2019: il record sul giro per auto elettriche del Nrburgring-Nordschleife, considerato uno dei circuiti pi difficili al mondo. “Dopo l’eccezionale risultato alla Pikes Peak, il record elettrico al Nrburgring-Nordschleife la prossima grande sfida della ID. R”, dice il Direttore della Volkswagen Motorsport Sven Smeets. “Un record sul giro al Nordschleife un grande riconoscimento per qualsiasi auto, sia essa da competizione o di serie”.

l’auto stata evoluta per il Nordschleife
Dopo la vittoria gi ottenuta dalla ID. R alla Pikes Peak l’auto ha subito un ulteriore sviluppo in vista del tentativo di record al Nrburgring, la ID. R spinta da due motori elettrici con una potenza complessiva di 500 kW (680 CV) e pesa meno di 1.100 kg guidatore incluso. molte modifiche sono state apportate alla aerodinamica poich le condizioni dell’inferno verde sono molto diverse e offrono velocit pi alte e un asfalto spesso irregolare. A differenza della cronoscalata statunitense che parte da un’altitudine di 2.862 metri e arriva a 4.302, il Nordschleife si trova nella regione dell’Eifel a una altitudine compresa tra 320 e 617 metri sul livello del mare. L’iconico circuito tedesco ha caratteristiche davvero uniche, come per esempio il lungo rettilineo Dttinger Hhe.


Al volante ci sar Dumas
Il versatile Romain Dumas sar ancora una volta al volante per il tentativo di record. A giugno 2018 ha vinto la Pikes Peak International Hill Climb con la ID. R Pikes Peak e con il tempo di 7:57,148 minuti diventato il primo pilota, negli oltre 100 anni di storia della gara, a scendere sotto gli otto minuti. Il francese pu inoltre vantare quattro vittore alla 24 Ore del Nrburgring. “Il pensiero di guidare la ID. R al Nordschleife gi sufficiente a farmi venire la pelle d’oca. Conosco la pista molto bene ma la ID. R sar una sfida completamente diversa, con la sua accelerazione estrema e le elevatissime velocit di percorrenza in curva”, dice Dumas. “Non vedo l’ora che arrivino i primi test. Battere il record elettrico esistente non sar una passeggiata”. Il record attuale per veicoli totalmente elettrici di 6:45,90 minuti, a una velocit media di quasi 185 km/h, ed stato stabilito nel 2017 dal pilota britannico Peter Dumbreck su una NIO EP9.

Il vecchio Ring un tracciato difficile
Un circuito piuttosto stretto, 20,832 kilometri di lunghezza, ben 75 curve e continue salite e discese attraverso le foreste dell’Eifel; il Nordschleife, che apr nel 1927, unico nel suo genere e continua a essere uno straordinario ambiente di sviluppo per l’industria automobilistica. L’ex Campione Mondiale di Formula 1 Jackie Stewart una volta lo chiam rispettosamente “Green Hell” (Inferno Verde). Nonostante sia stato sottoposto a numerose modifiche nel corso del tempo, non ospita la Formula 1 dal 1978. Oggi, il Nordschleife, insieme con il moderno Circuito del Grand Prix, soprattutto conosciuto per la 24 Ore.

la sfida successiva sara’ “la strada per il Paradiso”
Molto probabilmente dopo l’estate Romain torner alla guida della ID. R per un altro record partecipando al China Challenge sulla Big Gate Road: un nastro di asfalto unico nel suo genere, con 99 curve, che si arrampica sulla Montagna Tianmen, situata circa 1.500 chilometri a sudovest di Pechino (Cina). Poich non esiste un record ufficiale di percorrenza per gli 11 chilometri di questa strada di montagna chiusa al traffico pubblico, la Volkswagen Cina organizzer una competizione virtuale in cui i partecipanti potranno registrare il loro record sulla Big Gate Road. Quindi, a settembre Dumas tenter di migliorare nella realt il record stabilito virtualmente. La stretta Big Gate Road della Montagna Tianmen un’attrazione turistica popolare. Si arrampica attraverso uno dei panorami montani pi primordiali del mondo. Conosciuta anche come Tongtian Avenue (Strada per il Paradiso), la strada viene utilizzata dagli autobus che trasportano i visitatori verso la cima della Montagna Tianmen. Parte a valle a circa 200 metri sul livello del mare e termina a un’altezza di circa 1.300 metri. La vetta della montagna situata a 1.519 metri sul livello del mare.
Il China Challenge sulla Montagna Tianmen sar un viaggio verso l’ignoto persino per il vincitore della Pikes Peak Dumas: “Finora, l’unica conoscenza che ho della strada attraverso qualche foto e pochi video”, dice il quarantunenne pilota francese. “Il panorama circostante mozzafiato, sembra un set cinematografico. Il percorso pieno di curve, molto stretto in alcuni tratti e molto irregolare. Sar di certo un’esperienza speciale. Non vedo l’ora di buttarmi in questa nuova sfida”.

 Lorenzo Baroni 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *