la GT-R Nismo sempre più leggera



Il salone di New York è il palcoscenico scelto da Nissan per festeggiare i primi 50 anni di vetture sportive. Tutto è iniziato con la Datsun 240Z, capace nel 1969 di aprire il mercato americano: ecco perché la celebrazione non poteva che partire dalla Grande Mela, con tre modelli speciali: la GT-R Nismo Model Year 2020, la GT-R 50th Anniversary Edition e la 370 Z 50th Anniversary Edition.


ISPIRATA ALLA 240Z
Partiamo dell’ultima, erede spirituale della 240Z: anche se la 50th Anniversary Edition potrebbe essere il saluto finale, è un’edizione speciale di grande interesse, ispirandosi direttamente alla 240Z portata in gara negli Stati Uniti dalla BRE e diventata famosa nel campionato Scca. Perciò la livrea della serie limitata prende spunto dall’esemplare guidato da John Morton nel 1970, con i colori bianco e rosso che decorano la carrozzeria proposti in alternativa alla variante argento con particolari neri. Ovviamente qua e là spuntano elementi di design con il logo 50th Anniversary Il propulsore V6 3,7 aspirato da 332 Cv rimane quello di serie ed è proposto abbinato al cambio manuale o all’automatico.

IL V6 AGGIORNATO
L’edizione commemorativa della GT-R è proposta invece in tre livree bicolore speciali, ispirate alla GP Series: blu con stripes bianche (con il Bayside Blue della R34), Pearl White con stripes rosse e l’abbagliante Super Silver con stripes bianche. Gli interni sono rivestiti in pelle grigia con padiglione e alette parasole in Alcantara, finiture specifiche per volante e leva del cambio e ricami personalizzati sui sedili. Il propulsore V6 3,8 biturbo da 565 Cv è stato aggiornato con turbine modificate per offrire una risposta ancora più pronta ed è stato aggiornato l’assetto. Inoltre è previsto di serie l’impianto di scarico in titanio con terminali di colore blu.

NISMO SEMPRE PIù LEGGERA
Quanto alla GT-R Nismo è stata ulteriormente evoluta per il Model Year 2020 per offrire una vettura estrema ma bilanciata, attingendo all’esperienza continua nelle competizioni. La Nismo adotta ora paraurti, cofani e componenti aerodinamici ridisegnati e costruiti in carbonio, per una riduzione di peso di 10,5 kg che si somma ai 20 kg risparmiati in altri comparti. I parafanghi sono quelli della GT3, con sfoghi d’aria superiori, mentre i cerchi di lega da 20” sono stati ulteriormente alleggeriti e dotati di Dunlop più larghi. Gli interni adottano sedili sportivi più contenitivi. Il propulsore è stato dotato di turbine derivate dalla GT3, per una risposta più pronta, e il un nuovo scarico in titanio, mentre la modalità R della trasmissione è stata rivista per velocizzare le cambiate, lavorando allo stesso tempo sul software adattivo, che migliora anche la modalità automatica. Ammortizzatori e sterzo hanno tarature ad hoc, mentre l’impianto frenante si basa su un sistema carboceramico Brembo con dischi anteriori da 410 mm e posteriori da 390 mm, con benefici in potenza, rapidità di risposta e una maggiore durata.

 Maurizio Bertera 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *