Korando, cresce l’attesa per la muscolosa Ssanygong


Ssanygong Korando

Ssanygong Korando

ispirata alla sorella maggiore Rexton la nuova Korando che Ssanygong presenter al Salone: per ora il costruttore coreano controllato dalla Mahindra ha diramato una serie di teaser che mostrano dettagli esterni e interni della vettura. Il video, unito alle varie immagini pubblicate sui social della Casa, mostra alcuni dettagli della sport utility media che andr a posizionarsi tra la Tivoli e la gi citata Rexton, tanto per dimensioni, quanto per fascia di prezzo. Inoltre la Korando di quarta generazione evolve il design delle sorelle, ispirandosi anche alla concept e- svelata lo scorso anno sempre a Ginevra. La fiancata della Korando disporr di dettagli derivati dalla sorella maggiore, come le venature e i muscolosi passaruota.

Ssanygong Korando

Ssanygong Korando

PI AGGRESSIVA
A differenziare le due vetture, oltre alla lunghezza, vi sar un montante posteriore dallo stile inedito che si protrarr in avanti per snellire l’insieme. Anche il frontale deriver dalla grande Suv, riproponendo la cromatura della calandra che si svilupper per tutta la larghezza dell’auto sottolineando i due gruppi ottici, un dettaglio che sar riproposto al posteriore, dove debutteranno anche dei fari dal design inedito. Il paraurti sembra avere un design pi aggressivo rispetto a quello degli altri modelli del costruttore, mentre nel teaser dell’abitacolo si notano un quadro strumenti digitale, affiancato da un infotainment di grandi dimensioni che sovraster il pannello di controllo del clima, anch’esso dotato di un display.

Ssanygong Korando

Ssanygong Korando

ELETTRIFICAZIONE
Per ora dalla casa coreana non sono filtrate informazioni dettagliate riguardo alla meccanica ma, secondo indiscrezioni, la Korando potrebbe portare al debutto un 1.6 diesel che in gamma sar affiancato da un 1.5 benzina. Successivamente verr dato largo spazio all’elettrificazione del modello, con il probabile debutto di un’unit tre cilindri mild hybrid di 1.2 litri che potrebbe essere seguita anche da una versione a batteria.

 Maurizio Bertera 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *