Ikea, i bavaglini Matvra ritirati dal mercato per rischio soffocamento


Ikea ritira dal commercio il bavaglino Matvra nella versione blu e rossa per rischio di soffocamento.
In un comunicato pubblicato sul sito ufficiale, l’azienda svedese scrive di aver ricevuto diverse segnalazioni da parte dei clienti per un problema legato al bottone di cui è dotato il prodotto e di aver predisposto il suo ritiro per via precauzionale.
Ikea invita chi ne è in possesso a non utilizzare il bavaglino interessato dal ritiro e a presentarsi in uno dei suoi punti vendita per richiedere il rimborso o il cambio con altri prodotti. Verrano rimborsati anche i clienti che non sono in possesso dello scontrino fiscale d’acquisto.

Il bottone potrebbe staccarsi e causare rischio di soffocamento

“Ci è stato segnalato che il bottone del bavaglino potrebbe staccarsi, se tirato dal bambino”, ha spiegato Emelie Knoester, Business Area Manager di Ikea of Sweden.
“La sicurezza dei clienti è la massima priorità per Ikea e per questo motivo abbiamo deciso di ritirare il bavaglino Matvra blu/rosso 2 pezzi, come misura precauzionale”.
Non sono interessati al ritiro i bavaglini con lo stesso nome, MATVRÅ, ma nelle versioni con motivi frutta e verdura o verde e giallo, in quanto conformi alle norme di sicurezza e realizzati con materiali e con design differenti rispetto alla versione blu/rossa.

Ikea festeggia 30 anni in Italia: "Presto saremo a Milano"

Il 2019 è un anno importante per Ikea: festeggia 30 anni dall’apertura del primo negozio in Italia. Il primo store italiano della nota catena svedese è stato aperto nel 1989 a Cinisello Balsamo, in provincia di Milano. Per celebrare l’importante anniversario Ikea ha organizzato a Milano l’iniziativa ’30 anni di Ikea in Italia’.
"Cinisello Balsamo nel 1989 fu il nostro primo passo e fu coraggioso perché l’Italia è la patria del design. Ma da allora è stata una storia d’amore con l’Italia, che è molto importante per vendite ma anche perché siamo il terzo maggiore fornitore”, ha spiegato Asunta Enrile, country retail manager di Ikea Italia. “Dagli italiani abbiamo capito che per molti di loro lo spazio è una sfida, ma non molti dormivano col piumino, usavano le coperte, mentre adesso lo usano. Quindi c’è stata una condivisione”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *