I TV Samsung QLED in arrivo in Italia nel 2019, focus su 8K, 4K e HDR10+


Samsung ha presentato, in un evento dedicato in portogallo, la nuova gamma TV in arrivo in Italia a marzo. La novità più importante è sicuramente l’utilizzo della retroilluminazione Full Led su quasi tutta la gamma QLED, prima esclusiva per i modelli di punta ma oggi implementata anche nella serie Q70. Fa il suo debutto anche la tecnologia Ultra Viewing Angle, che aumenta gli angoli di visione, confermato inoltre il supporto per l’HDR con metadati dinamici attraverso lo standard HDR10+.
I modelli presentati riprendono quelli destinati al mercato americano, annunciati pochi giorni fa. Non mancano ovviamente i top di gamma 8K, che vanno a migliorare quanto visto con modelli lanciati a settembre durante l’IFA di Berlino.

TV per tutte le tasche, crescono le dimensioni

All’apice dell’offerta TV 2019 troviamo la gamma 8K con i modelli Q950R. Tutti dotati di HDMI 2.1, questi televisori saranno disponibili nei tagli da 55, 65, 75, 82 e 98 pollici . Le connessioni sono pizzate in un box esterno, il One Connection Box, collegato al TV tramite un sottile cavo, per facilitare l’installazione e l’occultamento dei cavi. Interessante l’iniziativa dedicata ai possessori di TV Q900R, la prima linea 8K presentata a settembre 2018, che non era dotata di HDMI 2.1: Samsung ha confermato che i possessori di questi modelli potranno richiedere, gratuitamente, un nuovo One Connection Box aggiornato al nuovo standard. Tornando al Q950R questo utilizza una retroilluminazione Full Led molto avanzata, non si conosce il numero di zone e nemmeno la luminosità di picco, maggiori informazioni saranno disponibili nelle prossime settimane.
Passando alla gamma QLED 4K il top di gamma è il Q90R, che arriverà nei tagli da 55, 65 e 75 pollici. Anche in questo caso il pannello è di tipo VA (come su tutti gli altri modelli in arrivo) ed è dotato di una retroilluminazione molto avanzata, derivata direttamente da quella del Q9F vista lo scorso anno. La copertura dello spazio di colore DCI-P3 è del 100% mentre la luminosità di picco arriva a ben 2000 nit. Appena sotto si colloca il Q85R, con diagonale da 55, 65 e 75 pollici. Anche qui troviamo la retroilluminazione Full Led ma in una versione meno evoluta rispetto al top di gamma, quindi con meno zone gestibili dal local dimming, mentre la luminosità di picco è di 1500 nit.

L’ultimo TV Full Led presentato è il Q70R, che arriverà nei tagli da 49, 55, 65, 75 e 82 pollici. Scendono le zone disponibili per il local dimming e anche la luminosità di picco, che raggiunge comunque i 1000 nit; molto interessante la variante da 49″, una delle poche Full Led disponibili sul mercato. A chiudere la gamma QLED 2019 troviamo il Q60R, nei tagli da 43, 49, 55, 65, 75 e 82 pollici; la retroilluminazione è Edge Led in questo caso, rimane invece la luminosità di picco di 1000 nit.

Come anticipato nei giorni scorsi tutte le varianti utilizzano il sistema operativo Tizen, ora compatibile con AirPlay 2 di Apple per lo streaming senza fili, su cui fa il suo debutto anche l’applicazione di iTunes. L’assistente vocale predefinito è Samsung Bixby, ma tramite smart speaker esterni si può utilizzare anche Alexa o Google Assistant. Non sappiamo se i modelli 4K integrano le HDMI 2.1, di fatto sono praticamente inutili senza l’8K, Samsung ha comunque inserito molte delle tecnologie presenti nel nuovo standard, come l’Auto Game Mode, che attiva la modalità gioco automaticamente, e il Game Motion Plus, in pratica il FreeSync di AMD.
Passando invece ai modelli non QLED Samsung ha confermato le informazioni arrivate dal lancio della gamma negli Stati Uniti. Troviamo infatti la variante RU8000, che potrebbe essere proposta a un prezzo molto interessante, in arrivo nei tagli da 49, 55, 65, 75 e 82 pollici e con retroilluminazione Edge Led, e infine i modelli RU7300, un Edge Led con pannello curvo (55 e 65 pollici), e RU7100, sempre con pannello VA-Edge Led, in arrivo nei tagli da 43, 49, 55, 65, 75 e 82 pollici. Mancano ancora le informazioni sui prezzi, che saranno diffuse nelle prossime settimane.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *