i preorder superano quelli dello scorso capitolo anche senza Steam



Come sappiamo, Ubisoft ha deciso di distribuire Tom Clancy’s The Division 2 su Epic Store e non su Steam. Ciò nonostante, i preorder del gioco si sono rivelati piuttosto buoni, visto che sono addirittura superiori a quelli del precedente capitolo.

All’epoca la software house si dichiarò ottimista ed apprezzò lo sforzo di Epic di rappresentare un’alternativa al semi-monopolio esercitato dalla piattaforma di Valve. Alla fine la strategia sembra che abbia pagato.

“C’è un gran numero di piattaforme di distribuzione che cercano di accaparrarsi contenuti importanti. Con questo accordo abbiamo visto l’opportunità di far crescere il nostro store, e allo stesso tempo di supportare un partner che dà grande valore ai nostri giochi e ci offre condizioni materialmente migliori”, ha dichiarato il CEO di Ubisoft, Yves Guillemot.

I numeri al momento indicano che non solo i preorder su PC in generale sono superiori al primo The Division, ma che quelli effettuati sullo stesso Ubisoft Store sono ben sei volte maggiori. Se le vendite generali del videogame rifletteranno quest’andamento, solo il tempo lo saprà dire. Per il momento la software house non può che ritenersi soddisfatta.

Nel frattempo si è appena conclusa la closed beta di The Division 2, ed è stata annunciata una demo pubblica che sarà disponibile dal 1 al 4 marzo, a pochi giorni di distanza dall’uscita del gioco, prevista per il 15 marzo su PlayStation 4, Xbox One e PC.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *