Hyundai Ioniq EV si rinnova, l’autonomia sfiora i 300 km


La famiglia Ioniq: ibrida plug-in, elettrica e ibrida

La famiglia Ioniq: ibrida plug-in, elettrica e ibrida

Con il debutto della seconda generazione a propulsione elettrica, il rinnovamento della famiglia Ioniq si è completato pochi mesi dopo il restyling delle versioni ibrida e ibrida con batterie ricaricabili. L’edizione 2019 della berlina compatta a zero emissioni, lunga 447 cm, ha subito qualche modifica esterna come le luci diurne a led e la mascherina ristilizzata. Lo stesso logo Hyundai è spostato in basso, dandogli un effetto di maggiore tridimensionalità. Gli stilisti della casa coreana hanno rivisto inoltre il disegno interno di fari, fanali e ruote. I colori disponibili sono nove: i quattro inediti – Fluidic Metal, Electric Shadow, Liquid Sand, Typhoon Silver – si affiancano a Phantom Black, Polar White, Iron Gray, Intense Blue e Fiery Red.

SCHERMO PIU AMPIO
Al pari delle Ioniq Hybrid e Plug-In Hybrid, anche la Ioniq EV ha ora uno schermo a sfioramento maggiorato per il sistema multimediale: misura 10,25” ed è a sbalzo, contro gli 8” del vecchio pannello touch. Fra le novità c’è anche l’aggiornamento del sistema multimediale, dotato di funzionalità non previste per il vecchio modello, come il controllo da un’app per smartphone dello stato di carica delle batterie (ma solo per la Plug-In Hybrid e elettrica) e l’apertura-chiusura delle portiere. Il cruscotto è decorato con inserti in Dark Chrome Accent e c’è la possibilità di configurare la vettura, oltre che con i sedili in tessuto nero, anche con quatto opzioni di sedili in pelle


La rinnovata Hyundai Ioniq EV

La rinnovata Hyundai Ioniq EV

QUASI 300 KM DI AUTONOMIA
Ma la principale novità della rinnovata Ioniq EV sono le batterie, in grado di accumulare 38,3 kWh di energia, contro i 28 kWh del vecchio modello. L’autonomia di conseguenza sale a 294 km, misurati secondo il ciclo di omologazione Wtlp. E la ricarica viene portata a termine più velocemente, perché l’edizione 2019 ha un caricatore di bordo che regge una potenza fino a 7,2 kW in corrente alternata (0,6 kW in più del vecchio), mentre collegandosi a una colonnina rapida da 100 kW in corrente continua, bastano 54 minuti per “rabboccare” dallo 0% all’80%. del serbatoio Non sono cambiate potenza e coppia del propulsore, rispettivamente di 136 Cv e 295 Nm per una velocità massima di 165 km/h. Lancio commerciale in Italia per settembre ma a luglio arriveranno già le Ioniq ibride.

 Maurizio Bertera 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *