Glukhovsky chiede ai fan di “non tradire” gli sviluppatori



Con un eloquente (e un tantinello inquietante) video pubblicato su Instagram, Dmitry Glukhovsky ha esortato gli appassionati della serie di Metro a non abbandonare al proprio destino i ragazzi di 4A Games e il loro Metro Exodus “per colpa” della scelta operata da Koch Media e Deep Silver di abbandonare Steam.

“Mi dispiace molto per quelli di voi che aspettavano l’uscita di Exodus su Steam e sono stati spiazzati dalla mossa compiuta dagli editori del gioco”, ha spiegato il romanziere a capo del team di autori che ha dato forma al canovaccio narrativo di Metro 2033, Last Light e dell’ultimo capitolo della serie.

Rivolgendosi direttamente a chi, in questi giorni, ha deciso di criticare la scelta dell’esclusività dell’Epic Games Store “vendicandosi” con una pioggia di recensioni negative su Steam per i precedenti episodi dell’epopea di Artyom, Glukhovsky aggiunge inoltre che “comprendo che l’editore ha diritto a prendere le proprie decisioni perché è il solo ad aver finanziato lo sviluppo del gioco, quindi mi fido di lui relativamente alla soluzione adottata. Ancora, siamo tutti molto dispiaciuti che vi sentiate feriti dalla cosa. Speriamo solo che non ci tradirete, così come vi saremo sempre fedeli cercando di proporvi una storia e un’esperienza di gioco senza compromessi”.

I dati di vendita che caratterizzeranno il periodo post-lancio di Metro Exodus, con ogni probabilità, contribuiranno a stemperare i toni di questa diatriba, in un senso o nell’altro. Nel frattempo, vi ricordiamo che l’ambizioso sparatutto post-apocalittico di 4A Games sarà disponibile dal 15 febbraio su PC, PlayStation 4 e Xbox One.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *