Furukawa conferma il supporto alla console



In un documento pubblicato a margine della presentazione degli ultimi risultati finanziari di Nintendo, il presidente Shuntaro Furukawa ha spiegato che la casa di Kyoto continuerà a supportare Nintendo 3DS nonostante il mercato si stia orientando verso Switch e i videogiochi su sistemi mobile iOS e Android.

Anche se gli anni d’oro del 3DS sono ormai lontani, il boss della grande N ha voluto procastinare ulteriormente il fatidico giorno del pensionamento dell’ormai storica console portatile con due schermi specificando che “mentre il mercato di Nintendo 3DS si è contratto più rapidamente di quanto ci aspettassimo, attualmente sono ancora molti i consumatori che aquistano 3DS come primo sistema di gioco. Nintendo 3DS è attraente come console portatile poiché è facile da trasportare, essendo piccola e leggera, ed ha un prezzo davvero appetibile”.

La fetta di mercato del 3DS, per Furukawa, è perciò ancora relativamente ampia e rappresentata anche “dai genitori che cercano di acquistare un primo sistema di gioco per i loro figli. Ecco perchè la nostra politica è quella di continuare a basare la nostra attività sulla vendita di Nintendo Switch e Nintendo 3DS”.

Stando ai dati raccolti da Nintendo nell’ultimo trimestre, le vendite globali di 3DS rappresenterebbero ormai solo il 4% delle entrate della compagnia sia in virtù dell’oggettiva obsolescenza della piattaforma che, soprattutto, del successo commerciale di Nintendo Switch e della sua natura ibrida, che le consente di essere impiegata sia come sistema casalingo “classico” che come console portatile.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *