Fortnite Stagione 8: cosa possiamo aspettarci?


La settima stagione di Fortnite si avvia verso la conclusione, ma siamo sicuri che resterà viva nella memoria dei giocatori per molto tempo. Le molteplici novità che ha introdotto hanno espanso ed arricchito notevolmente una struttura di gioco già rodata, che non ha mai disdegnato il cambiamento e l’evoluzione. Dopotutto, tener vivo l’interesse di una comunità di oltre 200 milioni di persone, superiore all’intera popolazione di uno stato come il Brasile, non è affatto semplice. Il gigantesco Iceberg che all’inizio della Stagione 7 si è schiantato sulla terraferma, oltre ad aver portato con sé un nuovo gruppo di strambi personaggi, ha provocato dei grandi stravolgimenti alla mappa di gioco, sulla quale ha trovato spazio un bioma invernale del tutto inedito, ricco di punti d’interesse e nuove opportunità di gameplay. I giocatori hanno finalmente potuto colonizzare i cieli, fino a poco tempo prima off-limits, grazie ai nuovissimi Stormwing X-4.

Il già nutrito campionario di oggetti si è arricchito con le Coperture, che permettono di modificare l’aspetto di armi e oggetti. La più grande novità è però stata rappresentata dalla Modalità Creativa, che di fatto è diventata la terza grande componente del progetto Fortnite, andandosi ad affiancare alle già esistenti Salva il Mondo e Battaglia Reale. Grazie ad essa anche i giocatori più creativi hanno finalmente avuto l’opportunità di dare libero sfogo alla propria immaginazione in un ambiente sandbox a la Minecraft, ricco di potenzialità e in continua espansione. Non sono, in ogni caso, mancate alcune polemiche, come quella che ha circondato l’Infinity Blade, giudicata troppo potente e dannosa per il bilanciamento del gioco. La potentissima lama è stata riposta nel deposito nel giro di quattro giorni, dopo aver, secondo molti pro-gamer, falsato le finali nordamericane del Winter Royale, un torneo con un milione di dollari in palio! È tornata solo in tempi recenti, relegata però ad una modalità a tempo limitato.

Dove eravamo rimasti?

Epic Games, per fortuna, si è ampiamente fatta perdonare con gli eventi in-game, che sono diventati un marchio di fabbrica della produzione. Durante la settimana numero sette, l’esplosione della misteriosa sfera del Picco Polare ha fatto calare il gelo sull’intera isola, prima relegato alla sola porzione sud-occidentale, e ha liberato il Re dei Ghiacci con il suo esercito di Fiere. Per fortuna, l’era glaciale non è durata in eterno e poco dopo è iniziato lo scioglimento, che sembra essere ancora in corso. Su questo punto ci torneremo più avanti, non prima però di citare anche lo spettacolare concerto di Marshmello, che ha catalizzato l’attenzione di oltre 10 milioni di giocatori.

Durante l’evento, andato in scena a Parco Pacifico, la versione digitale del DJ americano ha eseguito alcuni dei suoi pezzi più famosi, come Alone ed Happier, impreziositi da una coreografia che non si è affatto risparmiata in termini di luci, ologrammi, fuochi d’artificio ed effetti speciali. Non stupisce affatto, quindi, che l’attenzione e la curiosità nei confronti della Stagione 8 siano alle stelle. Le aspettative sono come al solito alte, questa volta anche più del solito. Pochi giorni fa si è infatti gettato nella mischia un nuovo concorrente, quell’Apex Legends che ha dimostrato che il trono sul quale siede Fortnite da più di un anno può essere fatto vacillare. La Stagione 8 potrebbe quindi rivelarsi decisiva per Epic Games, che da un lato deve riuscire, ancora una volta, a stupire i giocatori con delle novità di rilievo, e dall’altro attrarre nuovamente a sé i tanti curiosi che si sono diretti verso la solida proposta di Respawn Entertainment.

Data d’inizio, contenuti e prezzi

Fortnite Stagione 8 prenderà il via il prossimo 26 febbraio in concomitanza con il lancio dell’aggiornamento 8.0. La Stagione 7 finirà quindi per durare due settimane in più del solito, fornendo ai giocatori maggior tempo per portare a termine le sfide e sbloccare i contenuti rimanenti.

Lo stesso giorno debutterà il nuovo Pass stagionale della Battaglia Reale che, stando alle più recenti indiscrezioni, non dovrebbe differire da quelli precedenti in quanto a prezzi e struttura. Sono previsti 100 nuovi livelli da scalare e oltre 100 ricompense da sbloccare, tra le quali sono compresi 6 costumi esclusivi del Pass, ognuno di essi con diversi stili personalizzabili. Il tutto sarà offerto al solito prezzo di 950 V-Buck, che in valuta reale corrispondono a 9,50 euro. A questo giro, per la prima volta in assoluto, Epic Games sta offrendo l’opportunità di ottenere il Battle Pass Gratis mediante l’iniziativa #sharethelove: tutti ciò che bisogna fare, è completare 13 sfide a tempo straordinario entro il 27 febbraio. Una missione tutt’altro che impossibile, specialmente per i giocatori più affezionati! Che Epic stia cominciando a temere Apex a tal punto da regalare quella che fino a poco tempo fa era un’importantissima fonte di guadagno? Per quanto riguarda la componente PvE Salva il Mondo, è invece attesa un’importante ristrutturazione del Sistema degli Eroi e dei loadout, i cui dettagli non sono ancora stati resi noti. Ci aspettiamo inoltre un ulteriore ampliamento della Modalità Creativa, con nuovi prefabbricati, dispositivi ed elementi equipaggiabili da utilizzare per personalizzare l’isola.

Cosa accadrà sull’isola?

Sembra ormai certo che la Stagione 8, come la precedente, partirà in modo spettacolare. A sconvolgere l’isola, stavolta, ci penserà un violento terremoto, le cui avvisaglie sono già ben visibili. Uno sciame sismico composto da scosse di piccola intensità sta lasciando delle crepe nel terreno, specialmente nella zona nord-est della mappa di gioco.

Da qui al 26 febbraio, giorno precedente al termine della Stagione 7, sono attese almeno altre 15 scosse e altrettante crepe, che sembrano stiano formando un disegno ben preciso nei pressi di Tempio Tomato, Bosco Blaterante, Rifugio Ritirato e il Quartiere, sebbene ancora non perfettamente identificabile. Si tratta di avvenimenti che hanno tutta l’aria di fungere da anticamera ad un evento di proporzioni ben più grandi, un vero e proprio cataclisma. Stando alle informazioni trapelate, potrebbero subire dei cambiamenti anche altre due location, ben lontane dalla zona interessata dalle scosse, ovvero Picco Polare e Pinnacoli Pendenti. Quest’ultima, è già stata data per spacciata innumerevoli volte in passato, e pare che per essa sia finalmente giunto il momento.

Con l’avvento della primavera, l’altro scenario che potrebbe venire a configurarsi è quello dello scioglimento definitivo delle nevi. Anche in questo caso, le avvisaglie ci sono già state. Dopo aver ricoperto l’intera isola in seguito all’evento Tempesta di Ghiaccio, la neve ha cominciato a sciogliersi riportando gran parte dell’isola allo stato originario. La fusione del blocco di ghiaccio di Picco Polare, inoltre, ha portato alla luce il Prigioniero, un misterioso figuro intrappolato, molto probabilmente, dal Re dei Ghiacci in persona.

L’acqua potrebbe inondare l’intera isola e quindi divenire l’elemento dominante, formando nuovi laghi oltre a quelli già preesistenti, al momento ghiacciati, e dei corsi d’acqua. In uno scenario del genere, dei nuovi veicoli acquatici come moto d’acqua o motoscafi potrebbero rivelarsi perfetti, dal momento che permetterebbero ai giocatori di muoversi in maniera molto più agevole. Un’espansione del parco veicoli di questo tipo è più che auspicabile, visto che sono già presenti quelli terrestri e quelli aerei.

E se venisse addirittura inserita la possibilità di nuotare e andare sott’acqua? Non sarebbe affatto una cattiva idea, poiché aggiungerebbe ulteriore verticalità al gameplay. Il tema acquatico, inoltre, sembra essere stato già ampiamente anticipato dalla skin Pescesecco e da alcuni indizi disseminati nell’attuale Pass della Battaglia, sotto forma di spray raffiguranti pesci ed oblò.

I due scenari descritti, il terremoto e lo scioglimento dei ghiacci, non sono mutuamente esclusivi e potrebbero anche verificarsi assieme. Il sisma, ad esempio, potrebbe causare la formazione di grosse crepe nel suolo, ben più grandi di quelle che stanno apparendo in questi giorni, che verrebbero quindi inondate dall’acqua dando vita a fiumi e laghi.

C’è, infine, un’altra importantissima questione da affrontare. Agli albori della Stagione 7 è stata scoperta la presenza di alcune uova di drago nei meandri del castello di Picco Polare. Al loro interno c’è chiaramente della vita, dal momento che, posizionandosi abbastanza vicini, è possibile udire il battito del cuore delle creature. Queste uova sono chiaramente destinate a schiudersi, resta solo da capire quando avverrà. La liberazione dei draghi potrebbe configurarsi come un perfetto evento mid-season, in grado di aggiungere un po’ di pepe a Stagione 8 ancora in corso, come avvenuto durante la settima con la liberazione del Re dei Ghiacci. Qualcuno ha persino elaborato una teoria omnicomprensiva, che tiene conto di tutto ciò che abbiamo esposto fino ad ora: il violento terremoto potrebbe scuotere le uova e risvegliare i draghi al loro interno, che quindi causerebbero lo scioglimento delle nevi con il loro soffio infuocato. Fiamme e ghiaccio, si sa, non vanno molto d’accordo…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *