Fca, la rivoluzione tecnologica e il mercato cinese


Mike Manley e John Elkann accanto alla concept Centoventi

Mike Manley e John Elkann accanto alla concept Centoventi

Il futuro dell’automobile, e della mobilit su strada, sempre pi legato allo sviluppo delle tecnologie di elettrificazione e guida autonoma, che nel prossimo futuro diventeranno le vere sfide per tutti i grandi costruttori. Tra questi, il colosso italo-americano Fca sembra essere pronto ad aggiornarsi per affrontare le incertezze e le esigenze di questa nuova realt. Proprio Mike Manley, a.d. del gruppo, ha dichiarato di essere fiducioso sul futuro della societ che amministra, poich non mancano gli strumenti per affrontare con la giusta consapevolezza questa grande rivoluzione tecnologica. Ci che sicuramente dovr essere pianificato con un occhio di riguardo, lo sviluppo di vetture destinate appositamente al mercato cinese: stabilire una forte presenza sul territorio con il maggior numero di automobilisti al mondo, sarebbe un segnale fortemente positivo, sia in termini di ritorno di immagine che, soprattutto, di introiti economici.


cina

Affinch lo sviluppo di Fca in Cina possa portare ai risultati sperati, i vertici del gruppo hanno deciso di nominare Massimiliano Tarantini nuovo presidente della Guangzhou Automobile Group-Fiat Chrysler Automobiles Sales Company: societ nata dalla collaborazione tra i due grandi produttori di automobili. Tarantini conosce bene la realt cinese in quanto precedentemente amministratore delegato presso la Getrang Jiangxi Transmissions. Andr a sostituire Daphne Zheng: la scelta del cambio ai vertici della societ di distribuzione serve proprio a rafforzare la competitivit del gruppo FCA in un mercato tanto redditizio quanto complicato.


portafoglio
Mike Manley, durante un’intervista rilasciata all’agenzia americana Bloomberg, ha inoltre aggiunto che la presenza all’interno del gruppo di marchi distintivi come Jeep, Alfa Romeo e Maserati, un valore aggiunto, in quanto in grado di conferire un vantaggio competitivo rispetto agli altri grandi produttori di massa. Manley, inoltre, ha assicurato che anche il marchio Fiat ha davanti a s un futuro, grazie anche agli ottimi risultati commerciali della famiglia 500, in grado di registrare ancora oggi nuovi e interessanti record di vendite nonostante siano ormai passati pi di 10 anni dal debutto. Secondo Pietro Gorlier, responsabile area Emea per Fca, infine, in Europa il marchio torinese ha mercato soprattutto grazie a 500 e all’interesse suscitato dallo sviluppo del concetto di mobilit mostrato per la prima al salone di Ginevra con la presentazione del concept Centoventi.

 Lorenzo Baroni 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *