Facebook avrebbe una lista nera di chi parla male di Zuckerberg



Secondo quanto svelato dalla CNBC, Facebook avrebbe stilato una vera e propria lista nera comprensiva di tutti gli utenti che parlano male della compagnia, dei dirigenti e del fondatore Mark Zuckerberg. L’indiscrezione proviene dopo che il giornale ha raccolto alcune testimonianze da parte di alcuni ex dipendenti.

La lista sarebbe battezzata Bolo (Be in lookout) ed il social network l’avrebbe stilata per la prima volta nel 2008. Un aspetto ancora più inquietante è rappresentato dal fatto che comprenderebbe anche il tracciamento delle persone che sono presenti al suo interno, tramite lo smartphone o l’app.

Il funzionamento è molto semplice: ogni settimana i dirigenti provvederebbero ad aggiornarla, informando i manager addetti alla sicurezza ogni qualvolta un nuovo utente viene aggiunto all’elenco. Gli stessi manager invierebbero dei veri e propri rapporti sugli utenti incriminati, comprensivi di nome, cognome, foto, localizzazione ed una descrizione del motivo per cui è stato aggiunto.

CNBC riferisce che gli utenti finirebbero sulla lista nera a seguito di ripetute esternazioni sulla compagnia, mentre altri per semplici offese. Al momento però la società non avrebbe deciso una linea univoca per l’aggiunta.

La cosa certa è che nei casi più “gravi” Facebook riuscirebbe anche a monitorare la posizione degli utenti tramite le applicazioni per smartphone o gli indirizzi IP dei computer.

Interpellato da CNBC per un commento, un portavoce ha affermato che “il nostro team di sicurezza fisica esiste per mantenere i dipendenti di Facebook al sicuro. Abbiamo dei processi rigorosi per proteggere la privacy delle persone, nel rispetto delle leggi“.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *