Esclusa la questione bug, la demo di Anthem è stata accolta molto positivamente



Manca ormai davvero poco al debutto di Anthem, la nuova IP di BioWare che si prefigge l’obiettivo di rilanciare al meglio la software house canadese dopo le incertezze degli ultimi anni. Stando alle parole di Michael Gamble, le premesse per il successo del gioco sembrerebbero esserci tutte.

“Osservando e analizzando tutti i dati, la demo è stata piuttosto soddisfacente per noi in due aspetti. Primo: la gente che l’ha giocata l’ha quasi unanimamente apprezzata. I bug sono stati di grande ostacolo. E, quando ti accorgi dei sentimenti contrastanti delle persone, solitamente leggi qualcosa come: “Hey, questo gioco si regge in piedi, ha le fondamenta, il cuore, il gameplay sembra solido, ma sono preoccupato circa i bug”.

E l’altro aspetto è che sì, so che è chiamata demo ed è quel che è, ma ci ha dato l’opportunità di mettere sotto stress diverse cose di cui non avremmo mai potuto accorgerci al lancio. Alcuni dicevano che non avevamo il numero necessario di server. Ne avevamo abbastanza, c’erano soltanto dei problemi di networking con il client del gioco che hanno causato gran parte dei bug che avete visto. Questa roba non salta fuori a meno che non ci sia un test su larga scala.

Quindi, tutto sommato, la demo è stata piuttosto positiva per noi. E non siamo preoccupati di aver visto molti di quei bug, dal momento che A) Li abbiamo già risolti, o B) Problemi che non emergevano in maniera consistente e che invece ora hanno avuto dei casi di riproduzione potranno essere risolti”.

Anthem uscirà il 22 febbraio su PC, PlayStation 4 e Xbox One. L’accesso anticipato tramite Origin Access è slittato a domani, 15 febbraio alle ore 16:00.

Anthem arriva a febbraio, preordinalo su Amazon.it a 62.99 euro e ricevi contenuti bonus esclusivi, tra cui lo Stendardo dei Fondatori, emblema unico da utilizzare in gioco.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *