Elezioni, M5S: da Paragone e Lombardi dubbi su leadership di Di Maio


A poche ore dalle elezioni europee e amministrative (LO SPECIALE – I RISULTATI – LE REAZIONI – I CANDIDATI ELETTI), che hanno fatto registrare un risultato deludente per il M5S, alcuni esponenti del partito esprimono diverse perplessità nei confronti di Luigi Di Maio. Su tutti, Gianluigi Paragone e Roberta Lombardi.  “La generosità di Luigi Di Maio di mettere insieme 3-4 incarichi, per me, in qualche modo, deve essere rivista”, dice il primo. “Quando c’è una sconfitta gli errori si distribuiscono”, incalza la seconda.

Paragone: “Serve leadership h24”

Per il senatore M5s Paragone, in particolare, “è fuor di dubbio che c’è bisogno di una discontinuità. Il M5s – prosegue il giornalista e conduttore – per ripartire ha bisogno di una leadership politica non dico h24 ma non siamo lontani”.

Lombardi: “Deleterio dare tutte le responsabilità ad un solo uomo”

Commentando il risultato delle recenti elezioni, Roberta Lombardi, capogruppo del M5S nella regione Lazio, scrive sul suo profilo Facebook: “Quando c’è una sconfitta gli errori si distribuiscono, le responsabilità si assumono, i cambiamenti si mettono in conto. La responsabilità in capo ad un solo uomo è deleteria per il MoVimento, ed è un concetto da prima repubblica. Usato e abusato da Renzi & Co. Il modello culturale di riferimento di M5S è la partecipazione”. Poi aggiunge: “Grillo e Gian Roberto Casaleggio ci hanno insegnato a stare nel mezzo, ad ascoltare la forza dal basso delle scelte e delle idee di portavoce e attivisti”.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *