Elezioni europee, Di Maio: “Scelta tra M5s e nuova tangentopoli”


“Il sistema dei partiti continua ad essere fortemente inquinato, spuntano tangenti ovunque, giorno dopo giorno e la scelta in vista delle europee sembra essere sempre più chiara: il 26 maggio la scelta sarà tra noi e questa nuova tangentopoli”. Così, su Facebook, il vicepremier del M5s Luigi Di Maio (questa sera ospite alle 20.20 a “Tribù – Europa 19”, l’approfondimento di Sky TG24 condotto da Fabio Vitale).

Di Maio “molto preoccupato” per i casi di tangenti e corruzione

Il ministro dello Sviluppo economico, in vista dell’appuntamento con il voto per le elezioni europee, si dice “molto preoccupato per i casi emersi in questi giorni di arresti e indagati tutti per casi di tangenti e corruzione, che hanno coinvolto sia la destra che la sinistra”. Poi torna sul caso Siri, il sottosegretario ai Trasporti della Lega indagato per corruzione a cui è stato revocato l’incarico: “Abbiamo messo un punto. L’intervento del MoVimento 5 Stelle ha tutelato l’immagine del governo e del Paese. Ma le notizie ormai frequenti di queste settimane ci prospettano un dato che forse qualcuno aveva dimenticato, ovvero che il sistema dei partiti continua ad essere fortemente inquinato”. Poi il leader dei pentastellati sottolinea che, secondo diverse stime, “negli ultimi 3 anni la corruzione in Italia è aumentata del 74%, per un peso di decine e decine di miliardi, circa 585 miliardi di euro sarebbe il differenziale tra i costi con il dato in Germania”.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *