Elezioni Europee, Di Maio: Parlamento Ue parcheggio trombati politica


“Il tema vero sarà quanta gente andrà a votare e questo dipenderà dalla percezione di quanto sia stato utile il Parlamento europeo che in questi anni è sempre stato il parcheggio per i trombati della politica”. A dirlo è il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, durante la presentazione del programma per le elezioni europee del 26 maggio. “In questa campagna elettorale non racconteremo solo il nostro programma ma quella che è la nostra identità, fatta di concretezza, fatti concreti e quindi di credibilità”, ha sottolineato il vicepremier.

“Alleanza della Lega con Orban non ha senso”

Sempre in tema di elezioni europee, non è mancata l’ennesima stoccata al collega di governo Matteo Salvini: “Non ha senso fare la lotta contro l’austerity e poi allearsi con Orban”, ha detto infatti Di Maio, alludendo all’intesa tra Salvini e il premier ungherese. Infine, il leader pentastellato si lancia in una previsione: “Il Ppe e il Pse non avranno il 51% e il gruppo del M5s sarà l’ago della bilancia”. “Queste elezioni non sono solo europee ma anche italiane: dobbiamo evitare che tornino quelli che c’erano prima. Quelli che non vedono l’ora di riprendersi in mano la cosa pubblica”, ha poi aggiunto.

La questione migranti

Ma Di Maio ha affrontato anche altre questioni che, in vista delle elezioni di fine mese, stanno al centro dell’agenda europea: prima fra tutte quella dei migranti. “La questione che sta a cuore ai cittadini ora è quella dei rimpatri: non mi importa se sono 500 mila o 90 mila. L’Europa ci deve aiutare, bisogna fare accordi di rimpatrio: su questo il governo deve fare di più”, ha sottolineato il capo politico del M5S.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *