Elezioni Comunali Pavia, i candidati sindaco che sfidano Massimo Depaoli


La città di Pavia torna al voto con le Comunali, che si terranno insieme alle Europee (IL QUIZ) in un’unica data: il 26 maggio. Tra i sei candidati a sindaco ci sarà anche l’uscente Massimo Depaoli, stavolta però senza l’appoggio del Partito Democratico. Dalle 7 alle 23, i quasi 60mila pavesi aventi diritto, voteranno nelle 84 sezioni cittadine e potranno scegliere tra 12 liste. I primi risultati si avranno il giorno successivo e l’eventuale ballottaggio è previsto per domenica 9 giugno (LO SPECIALE ELEZIONI).

I candidati

Il Partito Democratico, insieme a +Europa e alla lista civica Pavia a Colori, presenterà Ilaria Cristiani. Massimo Depaoli si presenterà dunque da solo con la lista Cittadini per Depaoli. Fabrizio Fracassi è il candidato di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e delle civiche Prima Pavia e Pavia Ideale. Il Movimento 5 Stelle Candida Vincenzo Nicolaio. Ci saranno poi Paolo Cattaneo per Rifondazione e Stefano Spagoni per Italia in Comune.

Il sindaco uscente

Nel 2014 Massimo Depaoli era riuscito a sottrarre la guida di Pavia al centrodestra. Al 36% nel primo turno, 10 punti sotto lo sfidante Alessandro Cattaneo, aveva ribaltato il risultato al ballottaggio, incassando una vittoria al 53%. Quest’anno però Depaoli ha appreso che non sarebbe stato ricandidato dal Partito Democratico, che ha preferito far ricadere la scelta sull’assessore all’Ambiente Ilaria Cristiani. Dopo la decisione il sindaco, rassegnate le dimissioni, ha deciso di ricandidarsi con la lista autonoma Cittadini per Depaoli. (I RISULTATI DEL 2014)

Come si vota

Si vota domenica 26 maggio, dalle 7 alle 23. Il seggio è indicato nella tessera elettorale. Si può barrare il simbolo di una lista (e il voto andrà anche al candidato sindaco sostenuto da questa) oppure si può scegliere di barrare soltanto il nome del candidato sindaco (e il voto non andrà in automatico alla lista collegata) oppure ancora si può barrare il candidato sindaco e una lista di un’altra coalizione (in quest’ultimo caso il voto disgiunto premierà sia il candidato sindaco scelto sia la lista concorrente). Si possono attribuire una o due preferenze, ma nel secondo caso le persone scelte devono essere necessariamente di sesso diverso. Pavia è un comune con più di 15mila abitanti, dunque nel caso in cui nessuno superasse il 50% si andrà al ballottaggio, previsto per domenica 9 giugno.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *