Elezioni Comunali Bergamo, i candidati sindaco che sfidano Giorgio Gori


Dopo le Regionali lombarde del 2018, la città di Bergamo torna al voto il 26 maggio per le elezioni Comunali, che si tengono lo stesso giorno delle Europee (IL QUIZ). Sono 4 i candidati alla poltrona di sindaco e tra loro c’è anche il primo cittadino uscente Giorgio Gori, che sfidò Attilio Fontana proprio alle Regionali dello scorso anno. Per le amministrative si vota dalle 7 alle 23 e i circa 93mila aventi diritto dovranno scegliere tra 11 liste e 334 candidati. L’eventuale ballottaggio è previsto per domenica 9 giugno (LO SPECIALE ELEZIONI).

I candidati

Il centrosinistra ha deciso di puntare sulla ricandidatura dell’attuale sindaco di Bergamo: Giorgio Gori. Per lui c’è l’appoggio di cinque liste ovvero Partito Democratico, Patto per Bergamo, +Europa, Lista Gori e Ambiente Partecipazione Futuro. Il centrodestra sfida Gori con Giacomo Stucchi, ex presidente Copasir, sostenuto da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Bergamo Ideale. Per il M5S si candida invece il 32enne Nicholas Anesa, mentre il quarto contendente in corsa per Palazzo Frizzoli è Francesco Macario, l’assessore all’Edilizia durante la giunta Bruni dal 2004 al 2009. Per lui c’è il sostegno di Bergamo in Comune.

Il sindaco uscente

Nel 2014, l’attuale sindaco Giorgio Gori vinse al ballottaggio contro il candidato di centrodestra Franco Tentorio. Un testa a testa serrato che vide il successo del centrosinistra con 53.50% dei voti. Al primo turno, invece, Gori ebbe il 45.48% contro il 42.17% dello sfidante. Per il M5S ci fu l’8.25% di Marcello Zenoni. Bergamasco classe 1960, Giorgio Gori è un giornalista ed ex conduttore televisivo. Iscritto al Partito Democratico nella sua città dal 2011, è entrato in politica dopo essersi occupato della comunicazione per Matteo Renzi. Dopo essersi candidato alle Primarie Pd per il Senato nel 2012, ha vinto alle elezioni amministrative di Bergamo nel 2014. Sposato in seconde nozze con la giornalista Cristina Parodi, Gori ha tre figli ed è laureato in architettura.

Come si vota

Si vota domenica 26 maggio, dalle 7 alle 23. Il seggio è indicato nella tessera elettorale. Ciascun elettore può barrare il simbolo di una lista (e il voto andrà anche al candidato sindaco sostenuto da questa) oppure soltanto il nome del candidato sindaco (e il voto non andrà in automatico alla lista collegata). Una terza alternativa è quella di scegliere il candidato sindaco e una lista di un’altra coalizione (in quest’ultimo caso il voto disgiunto premierà sia il candidato sindaco scelto sia la lista concorrente). Si possono attribuire una o due preferenze, ma nel secondo caso le persone scelte devono essere necessariamente di sesso diverso. Essendo Bergamo un comune con più di 15mila abitanti, nel caso in cui nessuno superasse il 50% si andrà al ballottaggio, previsto per domenica 9 giugno.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *