Elezioni Abruzzo, Lega primo partito. Salvini: “Più forti delle bugie”


“Grazie Abruzzo! Grazie Italia. Più forti degli attacchi, delle bugie e delle polemiche”. Esulta così, su Twitter, Matteo Salvini dopo il voto alle elezioni regionali in Abruzzo in cui si è imposto il candidato del centrodestra, Marco Marsilio (CHI È). La Lega del vicepremier si attesta come primo partito, con oltre il 27% delle preferenze. Un quadro, questo, che è apparso subito chiaro con i numeri dei primi instant poll. Poi le proiezioni non hanno fatto altro che confermare il risultato del Carroccio, via via che arrivavano i dati reali dagli scrutini (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI).

La vittoria del centrodestra in Abruzzo

Ma non è solo il leader leghista a festeggiare. “Cresce la Lega, cresce FdI, cresce un’idea nuova e diversa del centrodestra che speriamo possa far riflettere sulle prossime elezioni politiche nazionali”, ha detto Giorgia Meloni, supportata anche da Silvio Berlusconi. Ieri, nel giorno delle votazioni, aveva fatto discutere il tweet in cui Salvini – infrangendo il silenzio elettorale – aveva scritto: “Chi non va a votare ha già perso, libertà è partecipazione! #elezioniAbruzzo #Abruzzo #oggivotoLega”. All’attacco il Pd con Nicola Zingaretti: “Viola la legge elettorale facendo propaganda”.

Marsilio nuovo governatore

Marsilio si è imposto sul candidato del centrosinistra Giovanni Legnini, su quella del Movimento 5 stelle, Sara Marcozzi, e su Stefano Flajani di Casapound (I CANDIDATI). La candidata pentastellata ha commentato: “Non abbiamo nulla da rimproverarci. Ci è stata confermata la fiducia di 5 anni fa”.  Con la vittoria a queste regionali, il centrodestra si insedia in Abruzzo al posto del governo regionale uscente del Pd di Luciano D’Alfonso, la cui elezione a senatore lo scorso 4 marzo alle politiche e le sue conseguenti dimissioni da governatore, ha determinato le consultazioni anticipate (LA MAPPA DI CHI GOVERNA LE REGIONI).






Leggi tutto





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *